CHIUDI
CHIUDI

28.08.2019

Odore di plastica bruciata Scatta l’allarme alla Pisa

Un odore acre di plastica bruciata, che nel giro di pochi minuti ha invaso le abitazioni. È quanto accaduto l'altra sera a Malo nella zona di via dell'Astronomia, via Montello e via Proe di Pisa. In base alle ricostruzioni, erano circa le 22.30 quando l'odore ha iniziato a diffondersi nell'aria, per poi entrare all'interno delle abitazioni e nelle camere da letto, proprio mentre molti residenti si preparavano a coricarsi. I fumi, secondo qualcuno derivanti da guaine o pneumatici bruciati, hanno invaso le stanze, rendendo l'aria pressoché irrespirabile. Ignota l'origine del fuoco che avrebbe provocato i cattivi odori: tutti hanno iniziato a chiedersi da dove potessero arrivare le esalazioni. Sono così scattate le segnalazioni agli agenti della polizia locale di Malo, che ieri hanno pattugliato l'area alla ricerca di eventuali tracce di roghi. Contestualmente, i cittadini hanno allertato anche i vigili del fuoco del distaccamento di Schio e i carabinieri della compagnia scledense. Non sarebbe la prima volta che il fenomeno si presenta, nella zona artigianale. Appaiono comunque più frequenti i casi di fuochi accesi per bruciare sfalci e ramaglie: una pratica altamente inquinante, in quanto questo tipo di combustioni libera nell'atmosfera grandi quantità di polveri sottili. La sera stessa, la notizia è diventata oggetto di un post su Facebook: in breve, attraverso il tam tam dei vari utenti del social network, la vicenda ha raccolto i commenti di preoccupazione e sdegno da parte di numerosi internauti. In queste prosegue la caccia ai responsabili. © RIPRODUZIONE RISERVATA

MA.CA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1