CHIUDI
CHIUDI

06.07.2019

Materiali inadatti
«Nel tunnel
rischiamo la vita»

Il tunnel della Pedemontana. (FOTO CISCATO)
Il tunnel della Pedemontana. (FOTO CISCATO)

MALO. Sono sconcertanti i contenuti delle intercettazioni telefoniche ordinate dalla procura ai capi cantiere che operavano nel tunnel fra Malo e Cornedo per la costruzione della Pedemontana. Tutti risultano consapevoli che i materiali usati (pozzetti, tubi, acciaio, cemento) non erano conformi al capitolato, non erano marcati Ce ed erano meno resistenti del dovuto.

«Gli operai hanno paura, non vogliamo entrare in galleria, dicono che viene già tutto». Fessurazioni e crepe erano evidenti; c’erano distacchi di cemento dalla volta quando si usava l’esplosivo per andare avanti con lo scavo.

 

La procura ha fatto sequestrare tutto ed ha ordinato di puntellare la galleria.
 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1