CHIUDI
CHIUDI

22.03.2019

Il sindaco: «Il 5 per mille alla scuola e non a Roma»

“Se non firmi, il 5 per mille andrà nelle casse dello Stato”. Il tono parrebbe minaccioso ma, con la Lega al governo, potrebbe sembrare un autogol politico. Invece è solo l’accorato appello comunale per sostenere le scuole locali, che abbisognano di fondi per le attrezzature. «Stiamo cercando - dice il sindaco Paola Lain - di dare ai ragazzi e agli insegnanti l’opportunità di vivere le loro giornate nel periodo scolastico in luoghi che siano belli, accoglienti, sicuri e famigliari, ma che abbiano anche al loro interno attrezzature, arredo e apparecchiature moderne». Appello fatto proprio dalla dirigente scolastica Manuela Scotaccia: «I fondi saranno destinati al miglioramento dell'offerta formativa e per questo ringraziamo il Comune che ha dimostrato con questa scelta di condividere un forte impegno per la scuola. Cosa che spero faranno anche le famiglie, che immagino ancor più motivate nel dare ulteriore impulso all'educazione e alla formazione dei propri bambini e ragazzi». Malo resta in Italia, nessuna secessione in atto per il momento. Ma spera che i soldi non vadano a Roma. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.SAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1