CHIUDI
CHIUDI

05.09.2019

Il maestro sindaco grande matematico amato dagli alunni

Il maestro Giovanni Saccardo
Il maestro Giovanni Saccardo

Se la matematica non è un’opinione, questa volta la comunità maladense si stringerà tutta attorno alla famiglia Saccardo per dire addio a Giovanni, il “maestro” per eccellenza, non solo per numerose generazioni di scolari ma per l’intero paese. Si è spento a 95 anni d’età, spesi quasi tutti a favore della comunità stessa, sia come insegnante che come sindaco (guidò il paese dal ’70 al ’75) ed infine come parrocchiano. Una figura a cui era impossibile non voler bene, tanto che molti suoi alunni, ormai pensionati, si ritrovavano con lui regolarmente per rammentare i begli anni passati. Non è stato solo primo cittadino nel monocolore Dc ma poi anche consigliere comunale, sempre il più votato come preferenze. Persino le minoranze sarebbero state d’accordo nel rieleggerlo sindaco, superando gli steccati di partito, perché metteva d’accordo tutti come tutti sapevano che ogni sua scelta sarebbe stata ponderata. Abbiamo iniziato l’articolo con una frase che gli era familiare: amava la matematica e con un tomo della materia lo aveva ritratto Adriano Marchesini per la mostra “Gente di Malo” la cui nuova edizione è stata inaugurata proprio ieri sera al centro giovanile in cui appare anche accanto ai suoi sette colleghi sindaci. Nel 2016 tornò a scuola per distribuire gli appunti di matematica di 60 anni prima racchiusi in nove quaderni, pubblicati in un migliaio di copie, con fondi raccolti per la fondazione “Città della speranza”, perché ai bambini, non solo maladensi, restava comunque legato. E fino all’ultimo ha collaborato in parrocchia con le letture in chiesa. Il funerale è fissato per domani alle 15 in duomo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.SAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1