CHIUDI
CHIUDI

26.06.2019

Il carnevale vuol fare 100 «La Pro loco è carica»

Il presidente Giuseppe Turone e alle sue spalle il Ciaci. ARCHIVIO
Il presidente Giuseppe Turone e alle sue spalle il Ciaci. ARCHIVIO

Il neo presidente della Pro Malo, Giuseppe Turone, parla dei progetti futuri dell’associazione e parte dalla manifestazione più rappresentativa, il Carnevale. «I cittadini sentono questa festa e chiusa la 95a edizione, vogliono arrivare al traguardo, invidiabile, dei cento anni. A maggior ragione, dato questo grande affetto, vogliamo far sapere che il Carnevale c’è, è presente e continuerà sulla linea delle precedenti edizioni, cercando di coinvolgere sempre più persone e attirare nuovi spettatori. Abbiamo già fatto una riunione con le associazioni più rappresentative di Malo e altre le faremo con quelle minori; riuscire a costruire una forte collaborazione con le realtà del territorio è fondamentale, anche se la lontananza delle frazioni non aiuta perché si sentono staccate da Malo e finiscono per costituire nuove associazioni». Turone spiega come sia importante «Aggiungere qualcosa di nuovo ad ogni manifestazione, bisogna migliorare quello che già facciamo, guardando sempre avanti e coinvolgendo più forze possibili - e aggiunge – la riunione collettiva tra associazioni fatta settimane fa è stata la prima nel suo genere, non ci eravamo mai confrontati tutti insieme. Questo è utile anche perché la Pro Malo è l’imbuto che deve convogliare tutte le richieste dalle associazioni al comune, ma questo non si può fare se non ci si parla». Il presidente sottolinea l’impegno e la necessità di coinvolgere i più giovani in questo progetto e nella vita della Pro Malo, «Parte tutto dal volontariato, ognuno c’è nei limiti delle proprie possibilità ma si sente il mancato ricambio generazionale. L’età media è molto alta e c’è bisogno di responsabilizzare i più giovani, farli sentire importanti e parte di un gruppo, avere idee e punti di vista nuovi è molto importante». Ricordando i prossimi impegni della Pro Malo, Turone si sofferma sulla richiesta del comune di Vicenza di far sfilare i gruppi del carnevale maladense anche lungo le vie del centro storico della città del Palladio, richiesta accolta per la scorsa edizione della manifestazione e vagliata con attenzione anche per il prossimo anno, con la possibilità di inserire nuovi elementi durante la sfilata. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Greta Dircetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1