CHIUDI
CHIUDI

13.01.2020

I cedri nel viale del cimitero a rischio di abbattimento

I cedri a rischio abbattimento.  BC
I cedri a rischio abbattimento. BC

Due maestosi cedri del Libano ultra cinquantenari, orgoglio degli abitanti di Leguzzano, rischiano di essere abbattuti. Le due imponenti piante che si trovano all’entrata del piccolo cimitero posto sulle colline sanvitesi sono state messe a dimora dagli alunni delle elementari della località collinare in occasione della festa degli alberi, proprio nell’anno della chiusura definitiva della scuola. «L’eliminazione dei due cedri potrà avvenire una volta approvato e finanziato il progetto di riqualificazione e sistemazione ambientale dell’area vicina al cimitero dopo la demolizione del vicino capannone con la copertura in eternit in particolari condizioni di degrado che per anni è stato adibito ad allevamento di vitelli – spiega Massimo Neffari, responsabile dell’area tecnica comunale –. È comunque prevista la messa a dimora di nuove piante, utilizzando alcune essenze tipiche della zona, in modo da realizzare un viale d’accesso al cimitero ora dissestato». Toccante l’appello che un anonimo abitante di Leguzzano ha affisso sul tronco dei due cedri con la speranza che il loro destino non sia già segnato. «Aiutateci, salvateci – si legge sul cartello - ! Sotto le nostre fronde sono passati tanti paesani nel viaggio finale di questo mondo ed il nostro è stato l’ultimo saluto. Ora sembra sia venuto il nostro momento. Peccato perché avremmo continuato la nostra silenziosa opera...». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Bruno Cogo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1