CHIUDI
CHIUDI

14.04.2019

Armadi blindati per i pc dopo le razzie a scuola

Il Comune corre ai ripari dopo il furto di 13 notebook dal laboratorio informatico della scuola primaria “A. Manzoni”. I malviventi erano riusciti a mettere a segno la razzia nonostante l’aula sia dotata di sistema antintrusione e protetta da grate metalliche e vetri antisfondamento. Per aumentare la sicurezza delle apparecchiature informatiche in dotazione e per quelle che saranno acquistate in sostituzione di quelle sottratte un mese fa, gli amministratori sanvitesi hanno deciso di avviare alcune azioni intese ad aumentare la sicurezza nella scuola elementare. «In particolare verrà acquistato un armadio blindato in cui riporre i pc dopo il loro utilizzo ed installato un impianto di lampeggianti a led per la sicurezza del passaggio pedonale – spiega Massimo Neffari, responsabile dell’area tecnica comunale -. Verrà inoltre potenziata la funzionalità dell’impianto di segnalazione stradale che sarà dotato di un kit di alimentatore/batteria.» Nel frattempo il comitato genitori ha promosso una raccolta fondi per l’acquisto di nuovi pc; privati cittadini ed aziende potranno effettuare la loro donazione entro sabato 20 aprile. Tra i primi ad aderire all’iniziativa il gruppo alpini S. Vito che ha effettuato un versamento di 1000 euro sul conto corrente intestato all’istituto comprensivo statale “Don A. Battistella”, di Schio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

B.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1