CHIUDI
CHIUDI

10.11.2019 Tags: Schio

La truffa dei profumi
con spray stordente
miete nuove vittime

Il finto Chanel venduto. R.T.
Il finto Chanel venduto. R.T.

SCHIO. Nuove vittime del truffatore con bomboletta spray stordente. A seguito dell'articolo pubblicato ieri dal nostro giornale, sulla truffa del profumo che stordisce, altre vittime si sono presentate per sporgere denuncia contro ignoti alla caserma dei carabinieri di Schio. I militari hanno raccolto le testimonianze e ora sono sulle tracce di quest'uomo, quarantenne o giù di lì, distinto e ben vestito che, con maestria e chiacchiera, intrattiene parrucchiere, estetiste e bariste con il pretesto di voler vendere loro profumi di marca. In realtà si tratta di tarocchi con confezioni simili all'originale ma contraffatte (Chanel diventa Chamele, Ugo Boss senza l'"h" davanti e via dicendo). Sostiene di venderle a metà prezzo causa chiusura della sua attività. Nulla di più falso ma sufficiente a trarre in inganno decine persone ormai, tutte donne, nella zona che va da Schio a Piovene Rocchette, Malo e non solo.

 

Utilizzando vittime teoricamente consenzienti, ma che non possono opporsi perché vaporizzate da una sostanza ancora misteriosa che le rende quasi ipnotizzate dall'uomo, libero quindi di vendere la sua merce falsa al prezzo di quella originale. Il numero delle segnalazioni aumentano di giorno in giorno, quindi l'uomo è ancora nella nostra zona che colpisce indisturbato. Michela Guzzon, scledense, , titolare di un salone, che ha denunciato per prima l'accaduto dopo aver sborsato 300 euro per una borsetta di fragranze tarocche, ieri è stata convocata dai carabinieri che l'hanno interrogata. Nel frattempo altre donne si sono recate al comando dei carabinieri con sacchetti colmo degli stessi profumi contraffatti.

R.T.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1