Schio

«La bici ritrovata sarà restituita senza alcun costo»

La galleria dov'è stata rubata la bici (Foto STUDIO STELLA)
La galleria dov'è stata rubata la bici (Foto STUDIO STELLA)
La galleria dov'è stata rubata la bici (Foto STUDIO STELLA)
La galleria dov'è stata rubata la bici (Foto STUDIO STELLA)

Buone notizie per Clara Sperotto che si vedrà restituita in tempi brevi la bicicletta che, dopo il furto denunciato nel 2020, si è ritrovata all'asta sul sito del Comune. «La bici - annuncia il sindaco di Schio Valter Orsi - è sua e le verrà restituita. Ho chiamato personalmente Sperotto per avvisarla non appena l'avvocato del Comune mi ha informato del reclamo». Il tempo quindi di preparare la determina di sblocco e ritiro dall'asta e la prossima settimana Clara potrà riprendersi ciò che resta della sua bici, senza sostenere spese. «Gli addetti ai magazzini comunali - continua Orsi- avrebbero consegnato subito la bici, per buon senso, ma la dirigente li aveva bloccati. Io mi sono attivato: in un modo o nell'altro doveva essere sistemata la vicenda. È un caso che va contestualizzato nel 2020, non dimentichiamoci il periodo di pandemia. Eravamo tutti subissati di problemi e con ristrettezze di personale. Solitamente si incrociano denunce e ritrovamenti. Infatti più di qualche bicicletta è stata riconsegnata». Quindi la denuncia di smarrimento va sempre fatta anche perché con quella è possibile andare ai magazzini comunali per verificare se la refurtiva è stata ritrovata. «Almeno due-tre volte l'anno - conclude Orsi - facciamo avvisi pubblici dei ritrovamenti. Non abbiamo mai fatto aste, ma adesso bisogna, anche per questioni di spazio. Quando le bici vengono recuperate si portano sempre ai magazzini». 

Rubina Tognazzi