CHIUDI
CHIUDI

04.09.2020 Tags: Schio , Chiara Miotto

Folla e lacrime
per l'ultimo
saluto a Chiara

Tantissime persone per l'ultimo saluto a Chiara Miotto
Tantissime persone per l'ultimo saluto a Chiara Miotto

Centinaia di persone si sono riunite oggi pomeriggio dentro ma soprattutto al di fuori della chiesa di Ss. Trinità di Schio per dare l’ultimo saluto a Chiara Miotto, la 39enne scomparsa dei giorni scorsi dopo essere stata colpita da un malore improvviso mentre stava correndo. Nella parrocchia scledense, oltre ai familiari, si sono radunati amici, compagni dell’infanzia e di scuola e numerosi sportivi, poiché la giovane donna era infatti un’appassionata di sci alpinismo, corsa, ciclismo, escursionismo e di recente anche parapendio.

 

Di professione commessa e molto conosciuta in città, era una sportiva ben allenata e consapevole. Da piccola, all’età di cinque anni, aveva perso la madre allora 36enne. Era cresciuta poi con il papà Carlo e il fratello Francesco a cui era particolarmente legata e che le ha dedicato parole profonde ricordando il loro legame fortissimo. La celebrazione ha suscitato grande commozione nei presenti, tra i banchi in chiesa e fuori nel piazzale. 

Silvia Dal Ceredo
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1