schio

Esercitazione al  liceo
Il pericolo diventa reale

Due studenti sono stati colti da un calo di pressione Nella simulazione erano impegnati mille ragazzi e 40 volontari di Protezione civile e Croce Rossa
Il soccorso alla studentessa svenuta per malore. CUCOVAZ
Il soccorso alla studentessa svenuta per malore. CUCOVAZ

Il terremoto a scuola è simulato, ma il malore di due studenti, no. Ieri mattina al liceo Tron è stata condotta una prova di evacuazione a sorpresa senza precedenti, che ha coinvolto oltre ai mille studenti e professori dell'istituto, 40 fra operatori della Protezione civile di Cogollo Del Cengio e della Croce rossa di Schio, con il supporto unità cinofile, ambulanze e altri mezzi. L'esercitazione prevedeva tre feriti (finti) da trovare con i cani e salvare. A questi si sono aggiunti però dei fuori programma. Un ragazzo e una ragazza, infatti, si sono sentiti male per davvero, accasciandosi in mezzo ai compagni. Hanno entrambi di 16 anni e sono iscritti rispettivamente in terza e in seconda. Date le circostanze, l'intervento delle squadre sanitarie è stato immediato. E nonostante lo spavento generale, i due si sono ripresi in breve.Il primo No play, il codice che durante l'esercitazione segnala un pericolo reale interrompendo la simulazione, è arrivato poco prima delle 11, ora fissata per lo scattare del segnale d'allarme. Un ragazzo era caduto durante l'ora di ginnastica e che non riusciva più a rialzarsi. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Elia Cucovaz

Suggerimenti