Posina

Escursionista disperso sul Passo della Borcola. Ancora nessuna traccia

Le ricerche dell'escursionista disperso sul Passo della Borcola
Le ricerche dell'escursionista disperso sul Passo della Borcola
Le ricerche dell'escursionista disperso sul Passo della Borcola
Le ricerche dell'escursionista disperso sul Passo della Borcola

AGGIORNAMENTO Ore 20. Sospese fino a domani mattina le ricerche di Gianni Sadocco, escursionista di 62 anni di Monselice, disperso sulla montagna a ridosso di Passo della Borcola, tra le province di Vicenza e Trento. Alla ricerca odierna hanno preso parte anche i nuclei cinofili dei vigili del fuoco e del soccorso alpino oltre a diverse squadre di pompieri volontari trentini.

 

 

Ore 9. Questa mattina il Soccorso alpino di Arsiero è stato attivato su richiesta dei colleghi del Trentino, già impegnati da ieri sera nella ricerca di un escursionista, partito da casa attorno alle 9, la cui auto è stata rinvenuta parcheggiata sul Passo della Borcola.

L'uomo, le cui ricerche sono in corso a cavallo tra Veneto e Trentino, è Gianni Sadocco. Gianni è alto un metro e 80 per 80 chili, è calvo e al momento di uscire di casa indossava pantaloni neri, gilet nero, kway azzurra e gialla e aveva uno zaino rosso. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
 

Gianni Sadocco, l'escursionista disperso.
Gianni Sadocco, l'escursionista disperso.

 

I soccorritori di Arsiero, ai quali si sono poi aggiunti quelli di Schio e Recoaro-Valdagno stanno perlustrando l'area sopra il Passo da dove partono sentieri per il Pasubio e il Monte Maggio. Il cellulare dell'uomo, un sessantaduenne di Monselice (Padova), risulta spento e l'ultima cella agganciata è sull'Altipiano di Folgaria. Sul posto anche i vigili del fuoco di Vicenza e Rovereto, il cui elicottero ha trasportato in quota personale del Soccorso alpino, prima che turbolenze impedissero altri spostamenti delle squadre, che sono risalite a piedi.