CHIUDI
CHIUDI

17.08.2019

Delusa in amore, si dà fuoco in auto

I segni dell’auto incendiata presenti sull’asfalto del parcheggio interrato.  MA.CA. L’ingresso del parcheggio sotto il complesso commerciale.  MA.CA.
I segni dell’auto incendiata presenti sull’asfalto del parcheggio interrato. MA.CA. L’ingresso del parcheggio sotto il complesso commerciale. MA.CA.

Si è cosparsa di liquido infiammabile per poi darsi fuoco, all’interno della propria auto. Fortunatamente, però, le fiamme sono state notate da alcuni passanti, che hanno dato l’allarme. È stata così salvata, la giovane di 26 anni protagonista la sera di Ferragosto della drammatica vicenda, che ha visto come teatro un parcheggio lungo via dell’Industria. La ragazza, che vive a Schio, è stata soccorsa e si trova ora ricoverata al centro ustioni di Borgo Trento, a Verona. I medici si sono riservati la prognosi. All’origine del disperato gesto ci sarebbe una delusione sentimentale; si escluderebbero, dunque, le ipotesi di un incidente o di un guasto al veicolo. È circa mezzanotte quando alcuni passanti notano, in un parcheggio interrato del centro commerciale Summano, una Polo che sta bruciando. A quell’ora la strada è deserta: molti sono partiti per le vacanze e chi ha scelto di fare una gita nel giorno dell’Assunta è già rientrato a casa. Così, quelle fiamme che si levano dal mezzo nell'area di sosta vengono notate subito. I testimoni lanciano l’allarme, chiamando il 112. «Ho visto l’auto in fiamme nel parcheggio, temevo che nessuno intervenisse, così ho chiamato i carabinieri – racconta il testimone -. Non avevo notato, però, che c’era una persona all’interno dell’abitacolo». Contestualmente vengono allertati i vigili del fuoco del distaccamento di Schio e il 118. Sul luogo della segnalazione arrivano così i militari, i pompieri e un’ambulanza del Suem. La scledense viene subito estratta dall'abitacolo dell'auto: il medico e gli infermieri del 118 le prestano le prime cure, direttamente nel parcheggio. Le sue condizioni inducono però gli operatori a disporre il suo trasferimento in ospedale. Dopo essere stata caricata sull'autolettiga, la giovane, che presenta ustioni alle gambe, viene così trasportata al nosocomio di Santorso e da qui, in elicottero, al centro ustioni veronese di Borgo Trento. La prognosi è riservata. In base a quanto riferito dalla stessa giovane ai soccorritori, si tratterebbe di un gesto volontario, deciso in seguito ad una delusione d’amore. In queste ore i carabinieri stanno raccogliendo tutti i dettagli della vicenda per ricostruire con esattezza quanto accaduto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Carollo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1