CHIUDI
CHIUDI

12.03.2019

Il candidato sindaco arriva dal volontariato

Il candidato Erika Maran.   A.F.Il municipio di Sovizzo.   ARCHIVIO
Il candidato Erika Maran. A.F.Il municipio di Sovizzo. ARCHIVIO

Ascoltare i cittadini, capire le loro esigenze e attuare la politica del “ben-essere”. Sono gli obiettivi di Erika Maran, candidato sindaco di Sovizzo, che si presenta alle amministrative con la lista civica “AscolTIAmo Sovizzo”. Maran, 41 anni e dirigente in uno studio di professionisti di Vicenza, è il primo candidato per la poltrona di sindaco. «Da sempre mi sono impegnata nel mondo del volontariato – spiega – come animatrice dei gruppi parrocchiali, sono stata presidente del circolo Noi e ho anche collaborato con il Calcio Sovizzo. Ora ho deciso di mettermi a disposizione della mia comunità. C’è necessità di cambiamento, con consapevolezza, serietà e competenza. Per me Sovizzo non è solo un paese dove abitare ma significa viverlo a 360 gradi». Pianificazione e organizzazione, senso dei valori ed essere, in futuro non lontano, un “Comune della relazione” sono alla base del suo programma amministrativo, i cui contenuti saranno annunciati più avanti. Come i nomi degli altri candidati che comporranno la sua lista civica che ha ispirazione di centro destra. «Il mio gruppo annovera volti nuovi e persone con esperienza che hanno deciso di impegnarsi per il nostro paese – prosegue -. Attualmente stiamo dialogando con altre forze politiche e c’è intesa. Incontreremo tutti i cittadini, vogliamo metterci in ascolto e abbiamo improntato il nostro progetto su un’analisi dettagliata del nostro paese, ad esempio la fascia più popolosa dei residenti è quella fra i 30 e i 54 anni, per avere in maniera approfondita una fotografia del paese». Per quanto riguarda l’argomento più sentito fra i sovizzesi, la ristrutturazione della piazza del paese, ha le idee chiare: «Se ne parla da 40 anni è quindi un’esigenza concreta – dice -. A mio parere, però, il progetto andava gestito e strutturato in maniera diversa: invece di finanziare l’opera vendendo terreni comunali era necessario cercare di ottenere fondi regionali ed europei». Nel caso in cui vincesse le elezioni e diventasse primo cittadino, infine, osserva: «Continuerò con il mio lavoro ma a ritmi ridotti, molto del mio tempo sarà dedicato a Sovizzo e ai sovizzesi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Si va verso la fusione di Sovizzo e Gambugliano per farne un Comune unico. Sei d'accordo?
ok