CHIUDI
CHIUDI

04.09.2019

Schianto all’incrocio Tre feriti e strada in tilt

Una delle auto coinvolte tra via Paradiso e la Sp 500.  M.G.
Una delle auto coinvolte tra via Paradiso e la Sp 500. M.G.

Botto all’incrocio con tre feriti. È quanto accaduto l’altra sera tra via Paradiso e via Monte Grappa, lungo la provinciale, tra la zona residenziale e quella industriale di Meledo, frazione di Sarego. Si tratta di tre uomini che hanno riportato contusioni giudicate guaribili tra i 5 e i 10 giorni dai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Arzignano dove sono giunti dopo il sinistro, avvenuto poco dopo le 21.30. Lievi conseguenze, dunque, anche se l’incidente porta nuovamente alla ribalta la pericolosità di quell’incrocio. Un’Audi A3 con a bordo un 28enne veronese, di Cologna Veneta, stava uscendo da via Paradiso per immettersi sulla provinciale, mentre sopraggiungeva, in direzione Vicenza, una Volvo station wagon e un’Audi A2, con al voltante, rispettivamente, un 40enne di Vicenza e un 30enne di Lonigo. Secondo le prime ricostruzioni, al vaglio dei carabinieri di Lonigo, intervenuti con una pattuglia, l’Audi A2 avrebbe sorpassato la Volvo mentre l’Audi A3 si immetteva nella stessa corsia. I conducenti sono stati assistiti dai sanitari del Suem e trasportati in ambulanza. L’ennesimo incidente in quell’incrocio, in cui alcuni anni fa c’è stato anche un mortale, ha riaperto il dibattito sulla sua pericolosità. Il Comune ha pronti alcuni progetti per migliorare la sicurezza sulla trafficata provinciale che corre lungo tutto il paese. «A breve - annuncia la vicesindaco, Veronica Dalla Pria, che ha sollevato il problema con la Provincia, ente titolare del tratto stradale - verrà realizzato l’attraversamento pedonale della provinciale 500 nelle pertinenze delle intersezioni tra via Pascoli e via dell’Agricoltura compreso nel progetto “utenze deboli”. La presenza di attraversamenti ben illuminati e segnalati darà già una risposta alla richiesta di sicurezza. Prossimamente, verranno realizzate la pista ciclabile tra Sarego e Brendola e la rotatoria tra Meledo e Grancona. Inoltre, si sta valutando di acquisire dei rilevatori di velocità elettronici per dare consapevolezza agli automobilisti della velocità in centro abitato. Ma serve più consapevolezza quando si è alla guida sui comportamenti corretti da tenere, anche grazie ai costanti controlli della polizia locale». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1