CHIUDI
CHIUDI

01.05.2019

Muore a 44 anni
e lascia un diario
per le due figlie

Alessia Lovato, 44 anni
Alessia Lovato, 44 anni

MONTEBELLO/TREVISO. Le pagine di un diario, da leggere giorno dopo giorno. Da sfogliare quando si sentiranno sole o quando avranno bisogno di un consiglio per affrontare la vita con coraggio e determinazione, sulle tracce e nel ricordo della loro mamma. È l'ultimo regalo, quello di maggior valore, che Alessia Lovato, 44 anni, ingegnere originaria di Montebello Vicentino trapiantata a Treviso dopo il matrimonio, e da anni dipendente di una multinazionale tedesca con sede a Padova, ha voluto fare alle sue due bimbe di 9 e 4 anni.

 

Il suo sorriso, all'ospedale di Treviso, si è infatti spento nei giorni scorsi dopo sei mesi di lotta contro un tumore al pancreas, diagnosticatole a fine ottobre del 2018. Un mese fa, quando la malattia sembrava davvero avanzare con troppa forza, la decisione di affidare a carta e penna i messaggi per le sue due amate creature. Al marito Davide Bertuol il compito di consegnarlo quando le due figlie inizieranno ad essere donne. Quando, usando le parole del papà, «capiranno di dover andare avanti da sole, da guerriere, com'è stata la loro mamma in questi ultimi sei mesi».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1