CHIUDI
CHIUDI

02.07.2019

Da Bari con il Ciao Impresa riuscita ora punta all’Austria

Davide Gissi con il suo Ciao degli anni Ottanta. GUARDA
Davide Gissi con il suo Ciao degli anni Ottanta. GUARDA

È rientrato a Montebello domenica, alle 17, in sella al suo Ciao e ieri era già al lavoro. Ce l’ha fatta Davide Gissi a vincere la sfida di viaggiare da Bari a Montebello col suo vecchio motorino del 1988. Ottocento chilometri in tre giorni, viaggiando per strade secondarie e orientandosi con una cartina, come negli anni Ottanta. L’ultima tappa, sempre con l’amico Duellio Mattivi col furgone per i ritrovi a fine giornata, è stata da Cesenatico al ristorante “Il Borgo”, dove è stato festeggiato per la riuscita dell’impresa. Tre anni fa il viaggio inverso, da Montebello a Bari, per andare a trovare i cugini cui trent’anni prima aveva promesso che sarebbe andato a salutarli. «Questa volta è stato più semplice – racconta –. Mi sono perso una volta sola, allungando di una decina di chilometri. Ho viaggiato fino a 44 gradi. Più volte mi è capitato di essere accompagnato per alcuni tratti da ragazzi in motorino e mi stanno arrivando foto da mezza Italia di chi mi ha visto passare. Adesso non mi fermo. Mia sorella vive in Austria e ho già fatto mezza parola di andare a trovarla in Ciao. Magari tra un paio d’anni». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1