CHIUDI
CHIUDI

06.02.2020

Fuga di gas nel condominio del degrado

Sequestrate 5 delle 13 bombole di gas trovate negli appartamenti.  A.F.Inquilini evacuati durante i controlli all’interno del condominio.  A.F.Sono intervenuti vigili del fuoco, polizia locale e carabinieri.  A.F.Le verifiche dei vigili del fuoco sul gas che si era disperso nell’aria.  A.F.
Sequestrate 5 delle 13 bombole di gas trovate negli appartamenti. A.F.Inquilini evacuati durante i controlli all’interno del condominio. A.F.Sono intervenuti vigili del fuoco, polizia locale e carabinieri. A.F.Le verifiche dei vigili del fuoco sul gas che si era disperso nell’aria. A.F.

Allarme per una fuga di gas, evacuata una palazzina a Montecchio Maggiore. Sono stati i condomini di via Dei Carpani al civico 15 a sentire le zaffate di gas e ad allertare la polizia locale “Dei Castelli” ieri mattina, segnalando il forte odore. Erano circa le 10.30 quando è scattato l’allarme facendo arrivare davanti al palazzo, di otto appartamenti, non solo le pattuglie del comando di piazza San Paolo ma anche i vigili del fuoco del distaccamento di Arzignano, coadiuvati da un vigile agente di polizia giudiziaria del comando provinciale di Vicenza, e i carabinieri della tenenza di Montecchio. Per precauzione il tratto di strada davanti al civico 15 è stato chiuso alla viabilità e automobili dirottate per vie alternative. «Ero uscito per una passeggiata quando, proprio appena fuori dal palazzo ho sentito il tipico odore da gas – ha raccontato un condomino di origine indiana – e a quel punto ho parlato con una vicina e abbiamo deciso di allertare la polizia locale». Non appena arrivati i mezzi di soccorso per prima cosa hanno fatto immediatamente evacuare le 25 persone, in stragrande maggioranza straniere di diverse nazionalità, che in quel momento si trovavano nel condominio già noto alle cronache per la situazione di degrado. In contemporanea sono scattate le prime verifiche dei vigili del fuoco per capire da dove potesse aver origine la perdita. La polizia locale, con il personale dell’ufficio tecnico comunale, ha deciso di controllare in modo approfondito, da un punto di vista statico e di sicurezza, tutti gli appartamenti. Ed è stato a quel punto che sono state scoperte cinque bombole non allacciate e conservate in modo non conforme alle norme di sicurezza in materia. È scattato, quindi, il sequestro. Altre 8 erano presenti nei diversi alloggi. In totale 13 e in un appartamento dell’ultimo piano ne sono state ritrovate ben sette. Le bombole vengono usate per essere collegate alle stufe e riscaldare gli ambienti. Sono state compiute verifiche singole anche per gli abitanti dell’edificio, risultati tutti in regola. Dato che era stato indicato proprio l’ingresso dello stabile dove l’odore era più penetrante, i vigili del fuoco hanno compiuto alcune verifiche. Controlli approfonditi anche da parte dei tecnici della società di distribuzione del gas che hanno cercato la perdita, individuata con buona probabilità nel cattivo funzionamento di una bombola. «C’è una norma nazionale che regola la materia – dice il sindaco Gianfranco Trapula - e possiamo intervenire direttamente nelle case solo in casi di emergenza. Confido però nel buon senso dei cittadini: trovo assurdo mettere in pericolo la propria e l'altrui sicurezza con comportamenti di questo tipo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella Fadda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1