CHIUDI
CHIUDI

24.04.2020

Droga in casa
Arrestata
giovane coppia

Controlli dei carabinieri a Montecchio Maggiore (Foto Archivio)
Controlli dei carabinieri a Montecchio Maggiore (Foto Archivio)

Due operazioni antidroga, ieri sera a Montecchio Maggiore, condotte dai militari della Compagnia di Valdagno e della tenenza castellana, si sono concluse con l’arresto di tre persone, colte in flagranza di reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

I militari  stavano da tempo controllando gli spostamenti in città del cittadino nigeriano Peter Ilechukwu, 36 anni, spesso presente ad Alte ma domiciliato a Vicenza. Gli appostamenti, i pedinamenti hanno permesso ai carabinieri di confermare che la presenza in zona del nigeriano era connessa all’attività illecita, per cui ieri sera l’uomo è stato sottoposto ad un controllo, al quale ha tentato di sottrarsi dandosi alla fuga.

Bloccato e perquisito, il 36enne è stato trovato in possesso di 7 dosi di cocaina, che nascondeva in bocca, per evitarne il sequestro. Perquisita la casa dell’extracomunitario, a Vicenza, sono state rinvenute e sequestrate altre 16 dosi di cocaina, materiale per il confezionamento e mille euro in contanti e banconote verosimilmente false. Arrestato, Peter Ilechukwu è stato quindi trattenuto nelle camere di sicurezza della tenenza di Montecchio Maggiore in attesa dell’udienza di convalida.

 

Nelle stesse ore, in Piazzale Collodi, i militari notavano una cessione di stupefacente tra due uomini, entrambi trentenni del posto. All’acquirente, dopo il sequestro di una dose di marijuana e la segnalazione alla prefettura, quale assuntore di stupefacenti, è stata ritirata la patente di guida.

Lo spacciatore, Davide Manzeri, 31 anni, dopo la perquisizione è stato sottoposto al controllo domiciliare, sempre nella città dei castelli, e nell’appartamento che occupa con la moglie ventenne, Mahfoud Meryem, sono stati rinvenuti e sequestrati 310 grammi di marijuana, un bilancino e materiale per il confezionamento e 2.500 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività illecita.Entrambi sono stati dichiarati in arresto, per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo aver trascorso la notte agli arresti domiciliari anche per loro, oggi si è tenuta l’udienza di convalida ed il rito direttissimo in videoconferenza con il tribunale di Vicenza.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1