CHIUDI
CHIUDI

28.07.2019

Trasporto per la terza età «Un progetto con l’Unitalsi»

Al via un servizio di trasporto per anziani autosufficienti, svolto dai volontari dell’Unitalsi. Il progetto, avviato in via sperimentale, è disponibile il mercoledì mattina, dalle 8 alle 13 circa, e viene messo a disposizione dei cittadini per varie finalità. È il caso di chi deve recarsi in ambulatori per visite mediche, oppure deve sottoporsi a esami di laboratorio, oppure ancora deve accedere a uffici pubblici o deve usufruire di altri servizi legati alla quotidianità. A confermarlo è l’amministrazione comunale con l’assessore ai servizi sociali Silvia De Peron. Si tratta di un’iniziativa che va incontro alle esigenze della terza età, per agevolare gli spostamenti e rendere più autonoma la vita di chi aderisce all’iniziativa. «Possono accedere al servizio - spiega l’assessore - persone anziane ultrasessantacinquenni che siano autosufficienti, o parzialmente autosufficienti, e che siano residenti nel territorio di Brendola». Ma i beneficiari devono rispettare determinate condizioni, come conferma l’assessore. Infatti non devono essere in possesso della patente automobilistica o non devono disporre di automobile o comunque non devono essere in condizione di poterla usare. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

I.BER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1