CHIUDI
CHIUDI

10.07.2019

Rogo alla Isello Vernici «Pompieri i nostri eroi»

L’incontro con i ragazzi.  BERTOZZO
L’incontro con i ragazzi. BERTOZZO

Il sindaco di Brendola incontra i bambini per spiegare il grande fumo nero. E lo fa con un video in cui si vede l’intervento di spegnimento delle fiamme. A pochi giorni dall’incendio della Isello culminato in una colonna di fumo nero visibile anche dal satellite, Bruno Beltrame è andato alla Polisportiva per incontrare i circa 130 ragazzi dei centri estivi. Lunedì 1 luglio, appena avvistata la colonna di fumo dallo spazio polifunzionale dove i ragazzi svolgono le attività dei centri estivi, gli educatori, assieme al presidente Giulio Cicolin e alla coordinatrice Lara Padoan, hanno subito portato i ragazzi nel vicino palazzetto, in attesa dei genitori. Nel pomeriggio le attività sono state sospese, così come martedì, mentre mercoledì era comunque prevista la giornata in piscina fuori paese e così l’attività ha ripreso normalmente. Attivi dalla fine dell’anno scolastico fino al 2 agosto, i centri estivi ogni settimana sono frequentati da una media di circa 130 ragazzi dai 5 ai 13 anni (fino a 150 ragazzi in alcune settimane), divisi in quattro gruppi per età e seguiti da una equipe di 25 animatori. Da quest’anno funziona il progetto “Una estate insieme”: «Grazie all’associazione Brendola insieme onlus, alla Caritas e alla scuola - spiega Cicolin - quest’anno 14 ragazzi, le cui famiglie non possono sostenere la retta dei centri estivi, frequentano assieme ai loro compagni di scuola». «Sono voluto venire da voi, ragazzi, per parlare di cosa è successo - ha detto il sindaco Beltrame -. Siete stati portati nel palazzetto per stare al sicuro e così martedì restando a casa. Ormai l’incendio è domato grazie al lavoro dei vigili del fuoco. Sono quelli che avete visto nei video e sono i nostri eroi. Hanno affrontato l’incendio con tute e maschere a una temperatura sui 500 gradi; sono arrivati da tutta la regione, con una ventina di mezzi; hanno lavorato consecutivamente per 24 ore perché è stato un incendio molto vasto e doveva essere, in primo luogo, contenuto alla sede della Isello senza che potesse estendersi. Hanno rischiato la loro vita, è come se fossero entrati in un forno. Voi state facendo un centro estivo sul tema dei supereroi: loro sono dei veri supereroi». I ragazzi hanno ascoltato con vivo interesse, lo stesso che hanno dimostrato per un filmato realizzato dagli animatori unendo vari video sul rogo. Quello il momento più toccante: per Cicolin, gli animatori, ma soprattutto il sindaco, a guardare quel video davanti ai ragazzi ha riportato a galla la paura per quello che sarebbe potuto accadere. E per un attimo l’emozione ha preso il sopravvento. La voce commossa del sindaco dopo il video, con gli sguardi attenti dei ragazzi e le loro domande, a cui è stata data puntuale risposta. A parte una, l’ultima, di una bambina fra le più piccole: «Come si è acceso il fuoco?». «C’è un’indagine in corso», ha risposto Beltrame. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

I.BER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1