CHIUDI
CHIUDI

07.04.2019

Dopo quattro anni riapre la passerella per ciclisti e pedoni

I lavori in zona Ponticelli.  I.BER.
I lavori in zona Ponticelli. I.BER.

Dopo quattro anni sta per riaprire la passerella pedonale e ciclabile in zona Ponticelli a Brendola, chiusa perché la struttura in legno, rovinata dal tempo, non era più sicura. Collegava la ciclopedonale di via Colombo con la strada del Palù, particolarmente frequentata dagli escursionisti e per le passeggiate domenicali. L’amministrazione comunale precedente aveva stanziato 6 mila euro per la manutenzione della passerella, coinvolgendo il consorzio di bonifica Alta pianura veneta in quanto l’intervento richiedeva anche la sistemazione delle sponde dello scolo demaniale Palù. La zona Ponticelli è chiamata così perché si trova alla confluenza di diversi corsi d’acqua, lo scolo Palù, la roggia Degora e il fiumicello Brendola, più i fossati a servizio delle coltivazioni. A fine dicembre 2016 il Comune aveva acquisito agli atti il progetto preliminare del del consorzio. La giunta Beltrame ha chiesto al consorzio un nuovo progetto di fattibilità, tale da prevedere non solo la sostituzione delle parti in legno della passerella, ma la costruzione di una struttura in cemento armato su cui poggiare il tavolato. Il progetto prevede una spesa di 20 mila euro, divisa in parti uguali tra Comune e consorzio. I lavori, già iniziati, si ipotizza siano conclusi entro aprile. «La nostra intenzione – spiega il sindaco Bruno Beltrame – è che le persone, con la bella stagione, possano tornare a fare il giro del Palù a piedi o in bicicletta. La riapertura della passerella metterà in collegamento diretto, e in sicurezza, la frazione di Vo’ con la località Palù, e da lì la frazione di San Valentino. Stiamo anche valutando un percorso sugli argini della roggia Degora». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

I.BER.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1