CHIUDI
CHIUDI

16.06.2019

Arriva il "casco"
che salva i capelli
in chemioterapia

La neo presidente Isabella Frigo con i due caschi refrigeranti. TROGU
La neo presidente Isabella Frigo con i due caschi refrigeranti. TROGU

MONTECCHIO MAGGIORE. La forza di affrontare con grande tenacia e autostima una malattia come il tumore al seno passa anche per la sicurezza di avere strumenti efficaci di supporto alle terapie. Tra questi strumenti ci sono i caschi refrigeranti per ridurre la perdita dei capelli nelle pazienti sottoposte a chemioterapia. Sono pronti all’uso i due forniti dall’Andos Ovest Vicentino di Montecchio e donati alla Breast Unit per l’oncologia. «Entreranno in funzione con la ripresa dell’attività chirurgica, dopo il periodo estivo», dunque a brevissima scadenza, assicura il direttore generale dell’Ulss 8 Berica Giovanni Pavesi.

Giancarlo Brunori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1