Torri di Quartesolo

Gratta e vince 2 milioni con un biglietto da 5 euro. Farà il "turista" per il resto della vita

Wilma Bonora davanti alla sua attività in centro a Torri (foto Marini)
Wilma Bonora davanti alla sua attività in centro a Torri (foto Marini)
Wilma Bonora davanti alla sua attività in centro a Torri (foto Marini)
Wilma Bonora davanti alla sua attività in centro a Torri (foto Marini)

Qualcuno, dalle parti di Torri di Quartesolo, da domenica scorsa, può permettersi di non lavorare più. No, questa volta non c’entra nulla il reddito di cittadinanza. Domenica mattina la dea bendata ha bussato alla porta dell’edicola cartolibreria Punto Torri, situata nella centralissima via Roma, a due passi dal municipio. Un uomo di mezza età, grattando un biglietto da cinque euro, ha infatti vinto il tanto ambito “Turista per sempre”, assicurandosi quasi due milioni di euro di vincita, “spalmati” nei prossimi vent’anni. 

A comunicarlo Wilma Bonora, titolare dell’edicola, che mantiene l’anonimato del fortunato vincitore: «Ha comprato il biglietto e, dopo aver grattato, mi ha chiesto se per vincere servono due o tre scritte “Turista per sempre” - racconta -. Abbiamo controllato assieme il biglietto e quando gli ho detto che aveva vinto, lui non ci voleva credere». Niente salti o urla di gioia, dunque. La vittoria ha completamente ammutolito l’uomo, appena baciato dalla dea bendata. «Mi ha telefonato anche il pomeriggio, per chiedermi se ero sicura della vittoria. A quel punto sono venuti dei dubbi anche a me, anche perché delle volte i regolamenti di questi giochi sono un po’ complicati, per questo non ho divulgato la notizia prima. Alla fine la conferma è arrivata quando è andato in banca lunedì mattina. Mi ha telefonato ancora, per confermarmi la vincita. Mi ha raccontato che in banca sono rimasti tutti di sasso». 

Il misterioso neo milionario, potrà dunque diventare, come suggerisce il nome del gioco, un “turista per sempre”. «Riceverà 300 mila euro subito - spiega la titolare -. Seimila al mese per vent’anni e, finito il ventennio, altri 100 mila». Una vincita, neanche a dirlo, che non ha precedenti nella storia dell’edicola. «Gestisco questa attività da cinque anni e al massimo ci sono state vincite da mille euro. Questa è proprio una rarità».  

Marco Marini