CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019 Tags: Torri di Quartesolo

Un gruppo whatsapp per difendersi dai ladri

A lamentarsi sulla sicurezza sono i residenti nel quartiere “I pini”.   M.M.
A lamentarsi sulla sicurezza sono i residenti nel quartiere “I pini”. M.M.

I residenti del quartiere “I pini” lamentano il probema dei furti nella zona, dopo una nuova effrazione avvenuta in un appartamento la settimana scorsa. A fare da portavoce non ufficiale del quartiere, Sergio Tassini, già consigliere comunale della Lega a Torri. «L’ultimo episodio si è verificato in un appartamento al secondo piano, alle 17.30, quando non c’era nessuno in casa - afferma -. I ladri sono entrati arrampicandosi da una grondaia, hanno messo a soqquadro tutto e hanno rubato un po’ di oro trovato dentro un porta gioielli. Anche gli altri furti hanno delle modalità simili». I residenti del quartiere “I pini” hanno anche attivato un gruppo WhatsApp con una quarantina di persone iscritte, con l’obiettivo di segnalare movimenti o presenze sospette nella zona. «Per cinque anni ho gestito un sistema analogo usando gli sms - continua Tassini -. A seguito di alcune polemiche ho però deciso di chiuderlo». Non manca infine una critica nei confronti dell’Amministrazione comunale. «Dal Comune - conclude Tassini -, sul fronte della sicurezza, per ora tutto tace». Pronta la risposta di Diego Marchioro, sindaco di Torri di Quartesolo. «Da quando ci siamo insediati non abbiamo ricevuto segnalazioni di furti - commenta il primo cittadino -. Sul tema della sicurezza, intendiamo comunque attivare entro breve i servizi serali e notturni della polizia locale, coordinati con l’attività dei carabinieri, che non venivano fatti da diverso tempo». Marchioro tiene poi a precisare che «le segnalazioni su facebook non possono sostituire le denunce che devono essere fatte alle forze dell’ordine. Ricordo poi che il Comune ha solo una pagina facebook ufficiale, ovvero “Comune di Torri di Quartesolo”, concepita soprattutto per comunicare con i cittadini. Vogliamo inoltre installare qualche nuovo targa system, non per fare più multe ma perché quelle telecamere hanno una qualità di registrazione migliore, che permette di riconoscere meglio mezzi e persone». Sui numeri e sulle tempistiche di installazione, il sindaco prende tempo. «È ancora presto - conclude infatti il primo cittadino-, dobbiamo prima valutare il bilancio 2020». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1