CHIUDI
CHIUDI

20.12.2019 Tags: Altavilla Vicentina

Ubriaco provoca un incidente La polizia locale lo denuncia

Il semaforo divelto. FADDA
Il semaforo divelto. FADDA

Ubriaco provoca un tamponamento e un giovane distrugge il semaforo di via Tabernulae. Sono due gli incidenti accaduti l’altra sera ad Altavilla nel giro di poche ore. Il primo si è verificato in via Vicenza, a pochi passi dal centro medico. Erano circa le 18 quando una Renault Megane, condotta da B.A. di 54 anni e residente a Vicenza, ha tamponato l’auto davanti a sé, una Opel Antara, con a bordo D.S.G.L. di 52 anni e residente a Longare. Fortunatamente non ci sono stati feriti ma quando i due conducenti sono scesi dalle vetture è apparso subito palese che B.A. avesse alzato il gomito. All’arrivo della pattuglia della polizia locale “Unione Terre del Retrone” gli agenti hanno deciso di sottoporlo al test alcolimetrico. Dopo aver protestato a lungo l’uomo è poi sceso a più miti consigli ed è risultato un tasso di oltre 2.5, ben 5 volte superiore al consentito che è dello 0.5 grammi per litro. Il vicentino è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, gli è stata ritirata la patente e sequestrato il veicolo. Il secondo incidente è avvenuto verso le 22.30 quando D.C.C., creatino di 22 anni alla guida di una Ford Fiesta, forse a causa dell’eccessiva velocità e dell’asfalto bagnato, ha improvvisamente perso il controllo dell’auto in via Tavernelle, andando a schiantarsi contro un semaforo distruggendolo. Anche in questo caso il conducente non ha subìto alcuna ferita. Il giovane è stato sanzionato per eccessiva velocità e distruzione della segnaletica stradale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1