CHIUDI
CHIUDI

28.09.2019

Un altro furgone rubato e bruciato Indagini a tappeto

Il furgone rubato a Torri di Quartesolo e poi bruciato.  M.M.
Il furgone rubato a Torri di Quartesolo e poi bruciato. M.M.

Dovevano sbarazzarsi di quel mezzo appena rubato, così hanno deciso di abbandonarlo in aperta campagna, non prima però di averlo dato alle fiamme. È quasi certamente di origine dolosa la causa del rogo che ha in parte distrutto un furgone, parcheggiato tra i campi di Grumolo delle Abbadesse, nella notte tra mercoledì e giovedì. La dinamica dell’accaduto è ancora tutta da ricostruire, ma sembra che il mezzo, un Nissan con cassone aperto, sia stato rubato la notte stessa del rogo, probabilmente verso le 2, dalla ditta Dalla Valle Avvolgibili, situata in via Udine a Torri di Quartesolo, dove sono stati prelevati anche alcuni avvitatori e delle seghe. Non è chiaro cosa abbiano fatto i ladri dopo l’effrazione: l’unica cosa certa è che il furgone è stato ritrovato la mattina dopo, verso le 6, lungo il tratto grumolese della pista ciclopedonale Piar a poca distanza da via Roma, mezzo bruciato e con il cassone parzialmente immerso nell’acqua del vicino fossato. A dare l’allarme, un passante che stava andando al lavoro. Alcuni degli attrezzi rubati dalla ditta, compresa una scala, sono invece stati ritrovati tra i campi di Torri. L’episodio, sul quale stanno ora indagando le forze dell’ordine, presenta più di qualche analogia con quanto accaduto appena una settimana fa. In quell’occasione, un Iveco Daily rubato ad una ditta di Veggiano, nel padovano, era stato abbandonato sul territorio di Torri di Quartesolo, in via Borsellino, sempre in mezzo ai campi, non lontano da quello dell’altra notte . Anche l’Iveco, era stato dato alle fiamme. Spetta ora ai carabinieri stazione di Torri, fare luce su quanto accaduto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1