CHIUDI
CHIUDI

07.03.2019

Si finge carabiniere
e non paga i lavori
al camping nomade

L’area privata di via Boschi a Torri di Quartesolo. ARCHIVIO
L’area privata di via Boschi a Torri di Quartesolo. ARCHIVIO

TORRI DI QUARTESOLO. Un vicentino di 52 anni andrà a processo per truffa: si sarebbe fatto fare dei lavori edili in una struttura di proprietà per quasi 40 mila euro, senza versare il becco di un quattrino, nell’ipotesi della procura. Con due singolarità: non si sarebbe presentato all’impresario con il suo nome, ma con quello di un alto ufficiale dei carabinieri, come ha poi scoperto la presunta vittima. E poi quei lavori, di sistemazione di una sorta di campeggio nomade a Torri di Quartesolo (con tanto di casette prefabbricate), sarebbero stato realizzati in un’area con opere abusive, sorte in un terreno agricolo.

Diego Neri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1