CHIUDI
CHIUDI

07.04.2019

Il consigliere grillino corre da civico

Mauro Fabbiani, esponente 5 Stelle, si presenta come candidato sindaco alla guida di una lista civicaMauro Fabbiani.   A.FR.
Mauro Fabbiani, esponente 5 Stelle, si presenta come candidato sindaco alla guida di una lista civicaMauro Fabbiani. A.FR.

Mauro Fabbiani ci riprova a diventare sindaco di Torri di Quartesolo, ma stavolta non alla guida del Movimento 5 Stelle, bensì di una lista civica. “Rinnova Torri” è il nome scelto per la lista che Fabbiani definisce «nuova, innovativa, senza dinosauri nell’armadio, con l’obiettivo di portare aria fresca in paese». Residente a Marola, 50 anni, sposato e padre di due figli, Fabbiani è un ingegnere civile ma attualmente impegnato come insegnante di matematica e fisica all’istituto Boscardin di Vicenza. Proviene, quanto ad esperienza amministrativa, da cinque anni come consigliere comunale di minoranza, «durante i quali sono stato presidente in tutte le commissioni, ho presieduto la commissione regolamenti e statuto che di fatto è “l’anticamera” del Consiglio comunale e sono il consigliere che ha presentato il maggior numero di interrogazioni». «Ho visto da dentro la macchina amministrativa - prosegue il candidato civico - e sono convinto che spazi per essere più incisivi ci sono, a differenza dell’attuale amministrazione. Questi cinque anni sono stati la mia prima esperienza politica, ma avevo già fatto esperienza del pubblico, avendo lavorato per oltre tre anni come responsabile dell’ufficio progetti di Aim». Rispetto all’esperienza con il Movimento 5 Stelle, Fabbiani non rinnega la sua appartenenza politica, «ma si tratta di un fatto personale, continuo a sostenere i 5 Stelle e sono convinto che questo Governo stia facendo cose buone, non temo che ci siano riflessi negativi sul voto comunale. Se venissi eletto sindaco o consigliere, pubblicamente non parlerò a nome del Movimento». Fabbiani non nasconde che tentativi di dare vita ad un patto “Lega-Movimento 5 Stelle” anche a Torri di Quartesolo ci siano stati, ma «i contatti con la Lega hanno portato a poco. E una lista di soli 5 Stelle non attirava candidati». È stato così che ha preso vita il nuovo progetto, messo in piedi grazie anche a Rino Miglioranza, consigliere eletto con “Torri nel Cuore”, il gruppo che guida l’attuale maggioranza, da cui è fuoriuscito un paio di anni fa. Il programma e i candidati della nuova lista sono ancora in via di definizione, ma alcune priorità Fabbiani si sente già di indicarle: «la sicurezza, prima di tutto, e l’ottimizzazione delle spese della macchina comunale per ridurre i costi e ottimizzare i tempi, tramite convenzioni con altri comuni. Diciamo basta a nuove lottizzazioni, puntiamo allo zero consumo di suolo, in linea con le normative regionali». Rispetto ai “temi caldi” che in queste settimane stanno animando il dibattito nella comunità di Torri, Fabbiani si concentra su due questioni: la proposta di realizzare un impianto per il trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi in via Longare e la ristrutturazione dell’asilo di Marola. «Siamo fermamente contrari all’impianto dei rifiuti - dice -, il nostro sarà un parere negativo, su questo non c’è da discutere. Per quanto riguarda l’asilo, se è vero che l’amministrazione intende procedere per stralci, la nostra idea è di destinare tutte le risorse per l’asilo, senza spezzettarle per i campi da calcio». La trasparenza “grillina” salta fuori rispetto all’azienda Unichimica di via Roma, «faremo in modo che tutte le ordinanze che la riguardano siano rese pubbliche», afferma Fabbiani, che promette di mettere «ogni anno a bilancio 100 mila euro per la manutenzione delle strade e triplicheremo il contributo per l’attività sportiva dei giovani fino ai 16 anni, passando dagli attuali 16 mila euro a 38 mila euro». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Frison
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1