CHIUDI
CHIUDI

17.08.2019

Bollette nel caos per la nuova gestione

Polemica in Consiglio comunale per le “cartelle pazze” del gas.   M.M.
Polemica in Consiglio comunale per le “cartelle pazze” del gas. M.M.

Caos bollette dei rifiuti a Torri di Quartesolo. È successo quando molti cittadini quartesolani hanno segnalato criticità di vario tipo, come bollette arrivate a metà mese, ovvero a ridosso della scadenza di pagamento o perfino dopo, oppure la mancata applicazione delle agevolazioni e riduzioni approvate dall'Amministrazione comunale, e addirittura un cambio di orario e di tipologia del call center di riferimento. A chiedere spiegazioni, tra i tanti, è stato anche Mauro Fabbiani, consigliere di minoranza del gruppo Rinnovatorri che, durante l'ultima seduta di consiglio, ha presentato un'interrogazione urgente portando l’attenzione del- l’Amministrazione comunale su questa tematica. Fabbiani ha spiegato che «l'affidamento in house alla società Soraris Spa del servizio di gestione, accertamento e riscossione della “tariffa corrispettiva servizio rifiuti” prevedeva di predisporre e mantenere un servizio di call center mediante un numero verde», il cui numero risulta però diverso da quello riportato nelle fatture. Altra criticità sollevata dal consigliere è quella dello «sconto previsto dal regolamento gestione rifiuti», per le attività domestiche (per il compostaggio domestico) e non domestiche, che «pare non sia stato applicato». Anche per questo «molte attività non domestiche lamentano la mancata riduzione della tariffa fissa e variabile per i rifiuti speciali». Ultima segnalazione sottoposta dal consigliere Fabbiani, quella relativa ai «molti cittadini che hanno ricevuto le bollette a metà luglio in prossimità della scadenza del pagamento». A leggere la riposta giunta in Comune dalla Soraris, alla quale erano stati girati i quesiti, è stato il sindaco Diego Marchioro. «Il 2019 - ha detto - è il primo anno in cui Soraris gestisce interamente l’attività di riscossione della tariffa e di emissione delle relative fatture. Trattandosi del primo anno di un’attività nuova dal punto di vista operativo, sono emerse le normali criticità dovute all’avvio di procedure nuove. Tali criticità sono dovute ad una serie di fattori, alcune imputabili a Soraris ed altre ai comuni soci». Nel caso di Torri di Quartesolo, a queste criticità si è «aggiunto anche il fatto che il Comune ha esternalizzato il servizio di gestione e riscossione della tariffa rifiuti a partire dal 2019». Per quel che riguarda il call center, Soraris specifica che «si è optato per mettere a disposizione due distinte linee telefoniche». Il ritardo delle bollette, invece, è «imputabile a Poste italiane. Considerando quanto avvenuto, per le prossime emissioni anticiperemo l’invio affidando il servizio ad altri fornitori». Riguardo alle mancate riduzioni e agevolazioni in bolletta, la Soraris ha spiegato che «la riduzione per il compostaggio domestico è applicabile solo se l’utente ha sottoscritto una convenzione con il gestore del servizio», e per le utenze non domestiche (soprattutto aziende ed enti), «dovrà essere effettuata una valutazione caso per caso in ordine di modalità di applicazione della tariffa e delle possibili riduzioni». In entrambi i casi, comunque, «le riduzioni di competenza del 2019 saranno comunque applicate». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1