Creazzo

Strade a rischio per i bambini. E il sindaco fa il nonno vigile

Il sindaco Maresca ha deciso di dare una mano ai nonni vigili facendo attraversare gli studenti (Foto A. Fadda)
Il sindaco Maresca ha deciso di dare una mano ai nonni vigili facendo attraversare gli studenti (Foto A. Fadda)
Il sindaco Maresca ha deciso di dare una mano ai nonni vigili facendo attraversare gli studenti (Foto A. Fadda)
Il sindaco Maresca ha deciso di dare una mano ai nonni vigili facendo attraversare gli studenti (Foto A. Fadda)

Il sindaco di Creazzo, Carmela Maresca, diventa nonno vigile per far attraversare in sicurezza gli studenti in via Carpaneda. Non ci ha pensato un attimo il primo cittadino creatino dopo aver saputo del secondo investimento, nel giro di poche settimane, di un ragazzino mentre attraversava la strada per arrivare a scuola. Così ieri mattina ha deciso di dare una mano per garantire, con la sua presenza, ai piccoli alunni di poter passare sulle strisce pedonali senza correre alcun pericolo.  Ha indossato la fascia tricolore e, insieme al vice Giuseppe Serraino e alla polizia locale, si è posizionata davanti alle “zebre” della strada che si collega, poi, a via Manzoni dove si trova il plesso scolastico delle medie. Dalle 7.20 alle 8 si è quindi trasformata in una particolare “nonna vigile” e in contemporanea ha monitorato i flussi del traffico.

«Ho anche voluto verificare se è tutto in ordine – ha spiegato – ed anche questa volta ho potuto esaminare di persona come è la viabilità a quell’ora sulla strada, molto trafficata». E ha proseguito: «Ho notato che, in particolare, non si tratta di alte velocità piuttosto molti veicoli hanno i vetri ghiacciati o appannati e soprattutto in tanti conducenti hanno troppa fretta. Capisco che si debba raggiungere il posto di lavoro ma è necessario rispettare il codice della strada e dare la precedenza a chi attraversa nelle strisce. Deve essere fatto sempre ma ancor di più nelle vie che si trovano vicino alle scuole». 

L’altra mattina, poco prima delle 8, un ragazzino di 14 anni proprio nello stesso tratto è stato travolto da un Fiat Fiorino. Fortunatamente l’adolescente, nonostante l’urto che prima lo ha fatto sbattere contro il cofano del mezzo e poi cadere violentemente a terra, si è procurato alcune escoriazioni non gravi ma l’episodio ha fatto scattare un campanello d’allarme. Anche alla luce di quanto accaduto poche settimane prima, nel vicino viale Italia quando ad essere investita era stata una studentessa di 11 anni, finita poi in ospedale con diversi traumi. “«Invito gli automobilisti ad essere responsabili ed essere prudenti – ha aggiunto Maresca – perché si devono ricordare che attraversano i nostri figli e i nostri nipoti. Ho inoltre chiesto alla polizia locale “Unione Terre del Retrone” di essere presente ogni giorno nella via, per assicurare che gli scolari possano raggiungere via Manzoni in tranquillità».

Ma non ci saranno solamente gli agenti. Pure il sindaco sarà presente, nello stesso orario, sia stamattina che in altri giorni, annunciando che continuerà a monitorare la situazione prossimamente non solo in via Carpaneda ma anche in altre strade del paese creatino, dove si trovano altri istituti scolastici.  «Da sindaco, da mamma e da insegnante ho parlato anche ai bambini e ai ragazzi facendo loro un po’ di educazione civica. Ho raccomandato loro di stare attenti e di guardare bene a destra e a sinistra prima di attraversare», ha concluso. 

 

Antonella Fadda