CHIUDI
CHIUDI

21.01.2020

Trenta saggi a supporto della Giunta

Il municipio di Sovizzo si prepara ad accogliere la commissione di saggi.  ARCHIVIO
Il municipio di Sovizzo si prepara ad accogliere la commissione di saggi. ARCHIVIO

Trenta “saggi” per il Comune di Sovizzo. Trenta esperti e professionisti, ex amministratori e consulenti collaboreranno con l’amministrazione comunale nei progetti e nelle iniziative che saranno messi in campo per il paese. Una partecipazione che sarà gratuita e volontaria, quindi non è previsto alcun compenso o pagamento, quella degli esperti a cui il municipio chiederà dei pareri facoltativi e che non saranno assolutamente vincolanti nelle diverse materie. «Recuperare l'esperienza di chi aveva amministrato in passato ci permette di aggiungere un valore alla nostra amministrazione – afferma il sindaco, Paolo Garbin -. I trenta saggi non solo rappresentano una memoria storica ma possono fornirci un prezioso supporto. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di coinvolgerli ascoltando i loro pareri». Fra di loro, infatti, sono presenti ex sindaci, ex assessori, storici, commercialisti e anche alcuni avvocati. I settori in cui i professionisti saranno coinvolti rientrano nelle linee di mandato presentate dal primo cittadino durante la campagna elettorale. «Cioè ambientale quindi dalle problematiche legate alla certificazione ambientale ed energetica al verde dallo sviluppo sostenibile alla gestione dei rifiuti – precisa Garbin -, e poi sociale con tutti gli argomenti legati a questo ambito». Il terzo settore è quello economico e quindi tutti i temi riguardanti le attività produttive, imprese, politiche del lavoro, il bilancio comunale e poi ancora urbanistica e lavori pubblici sicurezza e protezione civile, Unione “Terre del Retrone” e turismo mentre il quarto è il campo del digitale. «E quindi collegato a tutte le iniziative di innovazione e al futuro di Sovizzo – aggiunge il sindaco – al ruolo di promozione dell’Urp, l’ufficio comunale di relazione con il pubblico, e della comunicazione». Il gruppo dei Trenta avrà quindi carattere consultivo, il loro parere non sarà assolutamente vincolante e non deliberativo. Le nomine, come è specificato anche da un apposito documento approvato dalla Giunta, sono state effettuate basandosi su criteri di esperienza già provata o capacità acquisita e competenza nella materia di riferimento. La delibera fissa anche dei paletti ben precisi riguardo i compiti e le mansioni degli esperti fra cui anche lo svolgimento delle attività che saranno senza fini speculativi o di lucro. Le nomine avranno una durata non superiore a quella del mandato del sindaco e della sua Amministrazione. «Nei limiti stabiliti dalle normative potranno anche acquisire atti, documenti e informazioni utili allo svolgimento della loro attività consultiva – sottolinea Garbin -. E comunque l’accesso agli atti verrà fatto sempre attraverso gli assessori e i consiglieri delegati a seconda della materia di riferimento». E conclude: «Tengo ad evidenziare che sarà un gruppo di lavoro che proporrà, verrà consultato e coinvolto a seconda dei temi, dei progetti e dei programmi ma le decisioni verranno prese poi dall’Amministrazione comunale». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonella Fadda
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Si va verso la fusione di Sovizzo e Gambugliano per farne un Comune unico. Sei d'accordo?
ok