CHIUDI
CHIUDI

18.05.2019

Si rivede Marangon «Esperienza unita a idee e volti nuovi»

Una veduta aerea di Camisano in un giorno di mercato. ARCHIVIOIl candidato Renzo Marangon
Una veduta aerea di Camisano in un giorno di mercato. ARCHIVIOIl candidato Renzo Marangon

Renzo Marangon, 64 anni, insegnante in pensione, attuale consigliere comunale di minoranza, consigliere provinciale e già sindaco di Camisano dal 2009 al 2014 è pronto per la sfida elettorale con una squadra quasi tutta nuova. «Torno per essere utile a questa comunità - dice - dopo la défaillance della volta scorsa, e soprattutto spinto dalle persone che hanno aderito alla nostra proposta, a cui stiamo lavorando da circa due anni. Il vecchio gruppo che ha governato in passato ha fatto la sua storia. I tempi non sono più gli stessi, è cambiata tutta la filosofia di andare ad amministrare e questo l’ho capito anche grazie all’esperienza che ho fatto in questi ultimi quattro anni come consigliere provinciale con delega alla viabilità. Ci sarà quindi una tipologia di lavoro nuova. Dei sedici candidati della mia lista, l’ottanta per cento sono volti nuovi. Quali sono le priorità del vostro programma? Prima di tutto riaprire le porte del municipio a tutte le persone, soprattutto al mondo del volontariato. Senza questo rapporto, la comunità è restata bloccata in questi ultimi cinque anni. Poi riattivare immediatamente il trasporto scolastico a partire dal settembre 2019, e ripristinare la commissione ex Eca con una nuova tipologia chiamata Commissione sociale, per poter essere vicini alle famiglie in modo immediato. Costituiremo poi un gruppo di lavoro che si chiamerà “Per la città di Camisano”, per riqualificare il centro storico abbinando commercio, ambulanti e miglioramento dell’arredo urbano. Vogliamo poi costituire la medicina di gruppo e partire subito con la richiesta della guardia medica nel nostro territorio. Che bilancio può stilare dopo questi cinque anni passati tra i banchi della minoranza? Sono stati cinque anni molto deludenti. Non si poteva avere nessuno spazio per poter essere di supporto a questa Amministrazione. L’ho provato anche a livello personale come consigliere provinciale, ho trovato difficoltà anche in questo tipo di rapporto. Se consideriamo che Abramo Pierantoni è stato costretto alle dimissioni da consigliere, si capisce tutto. È inevitabile vedere in queste elezioni una nuova sfida tra lei e il suo ex alleato, nonché attuale sindaco, Eleutherios Prezalis. Non era un alleato, è stato un passaggio amministrativo in cui abbiamo collaborato dieci anni insieme. Sono stati dieci anni buoni, ma i tempi passano e le persone cambiano, e non si può rimanere fermi su certe posizioni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1