CHIUDI
CHIUDI

14.01.2020

Piazzole per i nomadi Minoranza all’attacco

È scontro sui rom tra maggioranza e minoranza. In foto il municipio
È scontro sui rom tra maggioranza e minoranza. In foto il municipio

Non si placano le polemiche a Torri di Quartesolo, in merito alla decisione presa dall’Amministrazione comunale di riammettere una famiglia rom, precedentemente espulsa, nelle piazzole di via Boschi, vicino al campo di via Savona. Sull’argomento è tornato Ernesto Ferretto, consigliere di minoranza del gruppo Torri nel cuore, nonché ex sindaco: «Ricordo che l’ordinanza antibivacco e la convenzione per l’uso dell’area di sosta in via Savona del 2012 sono state decise dalla giunta Marchioro - commenta -. Nel 2014 ci siamo ritrovati una situazione difficile con un’area fortemente degradata ed una situazione igienico sanitaria indecente, per non parlare della scolarizzazione prevista per i minori totalmente assente». Ferretto afferma poi che, con il supporto della Caritas e di Tutela minori dell’Ulss, «la nostra Amministrazione ha attivato un percorso di scolarizzazione che ha dato buoni risultati». In previsione c’era anche «lo spostamento dell’area in una zona diversa, al fine di superare gli impatti con le attività commerciali e artigianali presenti in via Savona. Stavamo anche pianificando un rientro della seconda famiglia, limitato ai tre membri originari e non alla decina che si sono ora aggiunti. Le persone fatte rientrare sotto il cavalcavia in via Boschi, non erano residenti nel nostro Comune e la zona non è dotata di alcun servizio, come bagni, acqua e luce, per cui è facile immaginare la situazione che si verrà a creare». Difende la sua scelta e invita alla collaborazione, il primo cittadino. «Non c’è nessun nuovo rom arrivato sul territorio di Torri - precisa Marchioro -. Noi abbiamo censito quelli che erano già presenti in zona. Valuteremo poi in commissione chi può restare e chi no. Abbiamo riattivato la piazzola di via Boschi, dove c’è la predisposizione per l’acqua e la corrente elettrica. Dei bagni invece si sta occupando la Caritas». Il sindaco prova dunque a smorzare le polemiche: «Non vogliamo lo scontro con le minoranze. C’è voglia di collaborare, anche per questo abbiamo chiesto che i capigruppo siano presenti in commissione rom, che si riunirà la prossima volta a marzo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1