CHIUDI
CHIUDI

17.11.2019

Paratie sul Tesina, il paese è spaccato in due

Le paratie montate sul ponte sul Tesina di via Roma che dividono a metà il paese. MARINI
Le paratie montate sul ponte sul Tesina di via Roma che dividono a metà il paese. MARINI

Marco Marini TORRI DI QUARTESOLO Uno sguardo alle previsioni meteo, un altro a controllare il livello dell’acqua raggiunto dal fiume Tesina. Continuano i giorni di apprensione a Torri di Quartesolo, condizionati dalle copiose piogge che, nel fine settimana, hanno ingrossato il corso d’acqua che attraversa il centro del paese. Lo stato di preallerta è iniziato venerdì, con l’attivazione del Coc (Centro operativo comunale) e la mobilitazione di una trentina di volontari della Protezione civile che, poco dopo la mezzanotte, hanno montato le paratie sul ponte del Tesina, in via Roma, chiuso dagli agenti della polizia locale, sia ai veicoli, sia ai pedoni. Una decisione che il sindaco Diego Marchioro definisce «non precauzionale, ma effettiva. Venerdì sera abbiamo avuto un momento di dubbio - spiega -. La piena era di difficile lettura e la prudenza non è mai troppa. Poi l’acqua è arrivata, salendo di 60 centimetri l’ora e raggiungendo i sette metri». Torri si trova dunque tutt’ora “spaccata” in due: la chiusura del ponte sul Tesina, opera del Cinquecento attribuita ad Andrea Palladio, divide infatti via Roma, la strada che attraversa e collega il centro. Difficile per ora prevedere quando le paratie potranno essere tolte. «Questa mattina (ieri, ndr) il livello del Tesina è sceso lentamente - continua Marchioro - e purtroppo sono previste abbondanti piogge durante la notte. Per ora il ponte resta chiuso, non possiamo togliere le paratie per poi rimetterle il giorno dopo. Invito i cittadini a controllare il sito e la pagina facebook del Comune, che verrà aggiornata in tempo reale. Chiedo anche di evitare il centro e di transitare per la tangenziale o per Marola». Un nuovo aggiornamento è previsto per «domani mattina (oggi per chi legge, ndr). Faremo una nuova valutazione in base alla pioggia che è caduta nella notte e così vedremo come muoverci. Tutto dipenderà dall’intensità delle precipitazioni. Ora è difficile fare previsioni». Nel Tesina, confluiscono infatti molti corsi d’acqua. «Il Tesina ha un bacino di raccolta enorme - conclude il sindaco -. Nel momento di piena la portata è tra i cinquecento e i seicento metri cubi di acqua al secondo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1