CHIUDI
CHIUDI

25.07.2019

L’opera di Ubaldo Oppi adornerà il municipio

I carboncini preparatori di Oppi esposti in sala consiliare.   A.FR.
I carboncini preparatori di Oppi esposti in sala consiliare. A.FR.

La sala consiliare trasformata in un piccolo “museo” dedicato a Ubaldo Oppi. È l’iniziativa che verrà lanciata sabato dall’Amministrazione comunale, in occasione della “pizza in piazza” che si svolgerà a partire dalle 19.30 sul piazzale della chiesa. Iniziativa che cade a pochi giorni dal compleanno dell’artista, nato il 29 luglio 1889, che proprio a Bolzano Vicentino ha realizzato una delle sue opere più importanti: gli affreschi della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, oggetto, nel 2014, di un importante restauro. «I disegni preparatori di quegli affreschi – spiega l’assessore Raffaella Dal Sasso – sono conservati in municipio. Sono in tutto dodici, e sette di questi si trovano in sala consiliare. Si tratta di opere a grandezza naturale, realizzate in carboncino su carta che meritano di essere valorizzate. È per questo che affideremo al prof. Mauro Zocchetta l’incarico di allestire una mostra permanente nella sala consiliare del municipio con tutti i disegni». Zocchetta, docente all’Accademia delle Belle Arti di Venezia e profondo conoscitore di Ubaldo Oppi, ha già collaborato con il Comune di Vicenza per gli allestimenti di Palazzo Chiericati e della Basilica. I disegni della sala consiliare, al momento, sono coperti «per permettere di realizzare una serie di interventi di tinteggiatura e di riparazione di alcune infiltrazioni – spiega l’assessore -. I disegni, infatti, vanno conservati in un ambiente che non li danneggi e necessitano di una illuminazione adeguata». La serata del 27 luglio è stata «voluta dal sindaco – spiega Dal Sasso – perché intendiamo che la cittadinanza venga a conoscenza di questo progetto, che sarà brevemente presentato in un contesto leggero e informale». “Pizza in piazza”, questo il nome della serata, si svolgerà sul piazzale della chiesa, coinvolgendo le tre pizzerie presenti nel territorio comunale e con la collaborazione della Pro loco per le bevande. L’auspicio è che l’iniziativa della mostra, che coinvolge anche gli assessorati ai lavori pubblici e alla cultura, possa «trovare qualche forma di collaborazione con la mostra su Oppi che verrà inaugurata in dicembre a Vicenza», spiega Dal Sasso. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.FR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1