CHIUDI
CHIUDI

20.03.2019

«Bellissima esperienza ma torno al mio lavoro»

Claudio Benincà.   ARCHIVIO
Claudio Benincà. ARCHIVIO

Il “Benincà bis” non ci sarà. A due mesi dalle elezioni amministrative del prossimo maggio, il primo cittadino ha annunciato ufficialmente la sua decisione di non ricandidarsi per un secondo mandato. Si chiude così dopo cinque anni da sindaco e altri dieci da vice e assessore nelle precedenti giunte Zoppelletto l'esperienza politica di Claudio Benincà, che ha assicurato comunque la sua permanenza nella squadra di maggioranza. «È stata un'esperienza indimenticabile, ho visto idee trasformarsi in azioni e molti altri progetti sono pronti per essere realizzati ma non posso più permettermi di rimanere ancora lontano dalla mia professione», le parole del sindaco. Ragioni dunque puramente lavorative – Benincà è geometra – alla base della scelta di non ridiscendere in campo e di lasciare spazio a un altro collega della lista “Vigardolo Monticello Cavazzale- Uniti con voi”, probabilmente, secondo alcune indiscrezioni, l'attuale vice sindaco e assessore al bilancio e allo sport Damiano Ceron. Di certo c'è che «i nomi più papabili per il successore sono all'interno della giunta ma le riserve verranno sciolte a breve», è la nota diramata dal primo cittadino. A lui va la riconoscenza dell'intera compagine, come sottolineato dal capogruppo di maggioranza Alessandro Zoppelletto: «Ringraziamo Claudio per l'ottimo lavoro svolto e per il grande impegno dedicato in questi cinque anni, che ci hanno permesso di continuare a migliorare il nostro paese – ricorda –; è sicuramente una figura molto importante per noi e la sua competenza ed esperienza saranno sicuramente utili alla nuova amministrazione». Nell'attesa di scoprire chi guiderà la formazione civica, dall'anima di centro destra, che da 15 anni governa Monticello, Benincà ripercorre l'ultimo, intenso quinquennio, rivolgendo in primis un ringraziamento «ai cittadini, alle associazioni, alle parrocchie e a tutti coloro che hanno collaborato nel costruire un ponte di dialogo tra istituzione e comunità». «In soli 5 anni abbiamo investito oltre 6 milioni 100 mila euro per viabilità, infrastrutture, sicurezza, illuminazione pubblica, efficientamento di impianti, riqualificazione di strade ed edifici, impianti sportivi, aree attrezzate per gli animali, miglioramento antisismico» elenca. Tra gli interventi simbolo dell'amministrazione «il nuovo ecocentro intercomunale da 1 milione 100 mila euro, l'adeguamento della rete fognaria con Viacqua che sarà ultimato nel prossimo triennio e, infine la risoluzione della diatriba con Sar, ex Aim gas, che ha permesso di recuperare crediti per circa 800 mila euro. Lascio una realtà positiva e un Comune finanziariamente sano: chiudo il mandato ritrovandomi in una comunità migliore». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giulia Armeni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1