CHIUDI
CHIUDI

10.09.2019

Aperta un’inchiesta sul tragico schianto

I rilievi per stabilire la dinamica dello scontro fatale a Carletti.  ARCHIVIOMauro Carletti
I rilievi per stabilire la dinamica dello scontro fatale a Carletti. ARCHIVIOMauro Carletti

È stata avviata un’inchiesta per omicidio stradale sulla morte di Mauro Carletti, il centauro originario di Sandrigo di 58 anni che nel tardo pomeriggio di sabato ha perso la vita in un terribile schianto mentre viaggiava con la sua moto a Rubiera, in Emilia, dove risiedeva. La procura di Reggio Emila ha aperto un fascicolo per stabilire con certezza se ci siano e quali eventualmente siano le responsabilità del guidatore dell’automobile che è entrata in collisione con Carletti. Intanto, la famiglia ha organizzato il funerale del loro caro che sarà celebrato domani alle 15 nella chiesa arcipretale di Cavazzale, frazione di Monticello Conte Otto. Oggi, alle 19.30, è invece in programma il rosario. Ed è proprio a Cavazzale che vive la mamma dell’uomo, Zemira. Carletti ha anche lasciato i fratelli Giambattista, Daniela e Fiorella e molti nipoti. L’impatto è avvenuto improvvisamente, mentre la vittima si stava viaggiando verso Correggio a bordo del suo scooterone. Sarà la polizia locale dell’unione dei Comuni di Tresinaro Secchia a eseguire gli accertamenti delegati che permetteranno poi al magistrato di stabilire cosa sia successo. Di sicuro nell’impatto frontale con una Bmw guidata da un uomo di 76 residente a Rubiera ha influito anche l’asfalto reso viscido da una forte pioggia. Lo sfortunato Carletti, dopo l’impatto, è stato sbalzato dalla sella ed è anche investito dalla macchina. Inutili i soccorsi dei sanitari che sono arrivati anche con l’elisoccorso dall’ospedale di Parma, ma che non hanno potuto fare altro se non constatare la morte dell’uomo che domani riceverà l’ultimo abbraccio a Cavazzale da familiari e amici. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1