CHIUDI
CHIUDI

28.06.2019

Una notte sotto le stelle per i migranti

Padre Ermes Ronchi
Padre Ermes Ronchi

Dopo alcuni giorni di forte tensione, la situazione della nave Sea Watch e dei suoi passeggeri è ormai arrivata ad un punto esasperato. E così qualcuno a Monteviale ha voluto dire la propria. Stasera, alle ore 22, alcuni cittadini hanno deciso di darsi appuntamento sul sagrato della chiesa di Santa Maria Assunta per trascorrere la notte insieme e condividere alcune riflessioni e testimonianze, con l’intenzione di dimostrare che non tutti sono indifferenti al dramma umanitario che si sta consumando. L’iniziativa è nata sulle orme di don Carmelo La Magra, parroco di Lampedusa, che ormai da giorni ha scelto di dormire sul sagrato della chiesa di San Gerlando, come atto di solidarietà nei confronti dei migranti. «Non è nulla di stratosferico – dichiara Paolo Arcaro – siamo semplicemente un gruppo di cittadini che vuole dare un segnale di umanità. Non è una protesta contro nessuno, vogliamo soltanto mandare un messaggio al governo e all’Europa, o comunque a chiunque possa fare qualcosa. La situazione è critica: stiamo scaricando sulla pelle di queste persone delle tensioni politiche». Tutto è partito spontaneamente: «l’idea è nata da una decina di persone, cittadini comuni – spiega Arcaro – ci siamo trovati una mattina e ci siamo detti di dover fare qualcosa, per non essere complici. Abbiamo ricevuto anche parecchie adesioni – conclude Arcaro - non so in quanti saremo effettivamente a dormire sul sagrato, ma la proposta è aperta a tutti. È importante, in questo momento, non voltarsi dall’altra parte, ma mandare un segnale forte». Saranno presenti anche il teologo padre Ermes Ronchi, Marina Marcolini, docente di letteratura italiana e don Antonio Uderzo, parroco di Monteviale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Brun
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1