CHIUDI
CHIUDI

03.01.2020

Teppisti in azione con otto estintori rubati in un garage

La pensilina presa di mira e devastata dai vandali.   MA.CA.Il campo imbrattato.   MA.CA.
La pensilina presa di mira e devastata dai vandali. MA.CA.Il campo imbrattato. MA.CA.

Hanno prelevato degli estintori dai garage di un condominio per poi svuotarli sulle auto in sosta e contro una fermata degli autobus, sfondando anche una vetrata della pensilina. Vandali in azione, la notte dell'ultimo dell'anno, a Monteviale, in via Costigiola; l'incursione di quello che si presume essere stato un gruppo di ragazzini ha causato danni rilevanti al patrimonio pubblico e privato. La vicenda è seguita dal Comune, che in queste ore sta facendo la conta dei danni, e dagli agenti della polizia locale dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Costabissara e Isola, i quali potrebbero procedere nei confronti dei responsabili per danneggiamento. In base alle prime ricostruzioni, i ragazzini hanno agito col favore delle tenebre; dopo essersi introdotti nell'area dei garage di un vicino condominio, hanno prelevato otto estintori e si sono divertiti ad azionarli, imbrattando le auto parcheggiate lungo la strada. Sulle vetture sono stati poi vergati dei disegni, tra cui delle svastiche e una stella di David. Parte del contenuto degli estintori è finito anche sul manto in erba sintetica del campo da calcio adiacente. Il gruppo ha quindi rivolto le proprie attenzioni ad una pensilina della fermata dell'autobus, azionando anche qui i dispositivi antincendio e rompendo un vetro, del valore di oltre 500 euro. Poco lontano, nei giorni precedenti, era stato sfondato il vetro di un'altra pensilina, il quale era stato sostituito solo pochi mesi prima. Alla fine gli estintori sono stati gettati in un fossato, abbandonati a terra o inseriti nei cestini destinati ai rifiuti. «Stiamo procedendo con le verifiche riguardo alla vicenda – spiega il sindaco di Monteviale Elisa Santucci -. Auspico che i responsabili si rendano conto di quello che hanno fatto e vengano autonomamente in Comune per dare spiegazioni e sistemare personalmente questo disastro. In questo caso possiamo parlare anche di reati: gli autori di questi gesti si sono introdotti in una proprietà privata. Faccio appello anche al senso civico delle famiglie: c'erano impronte dappertutto, quindi facilmente i ragazzi saranno arrivati a casa con le scarpe sporche del contenuto degli estintori». In programma verifiche anche per il campo da calcio, per capire come procedere con la pulizia del manto sintetico: a tal proposito il Comune si confronterà anche con la società sportiva che gestisce l'impianto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Carollo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1