CHIUDI
CHIUDI

30.06.2019

Notte sul sagrato
Preghiere
per Sea Watch

Alcuni dei partecipanti davanti alla chiesa
Alcuni dei partecipanti davanti alla chiesa

MONTEVIALE. È stata una notte trascorsa sul sagrato. Tra preghiere e qualche tensione. Con il cuore e la mente rivolti a quanto stava accadendo nel mare, davanti all’isola di Lampedusa. Quasi una cinquantina di persone ha deciso di trovarsi sul sagrato e di dormire lì, dopo aver condiviso spunti, riflessioni ed esperienze di vita.

 

È accaduto venerdì sera, davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta a Monteviale, in una veglia organizzata in solidarietà verso i migranti a bordo della Sea Watch, poi sbarcati il mattino successivo.
Una serata nella quale era forte la componente cattolica ma che riuniva anche cittadini dei più disparati orientamenti: dagli ecologisti, ai sindacalisti e gli attivisti politici, ma sopratutto persone comuni.

Verso l’una, terminato il momento di riflessione, alcuni presenti muniti di stuoini e coperte hanno trascorso la notte davanti la chiesa. Alla mattina è arrivata la notizia dello sbarco dei migranti e l’arresto della capitana Carola Rackete.


Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1