CHIUDI
CHIUDI

18.06.2019

Marchioro tris, ora c’è anche la giunta

Angela Pasinato. FOTOSERVIZIO MARINIMaurizio SchiavoAlessandro CignaccoElisabetta TescariStefano ZausaIl sindaco Diego Marchioro
Angela Pasinato. FOTOSERVIZIO MARINIMaurizio SchiavoAlessandro CignaccoElisabetta TescariStefano ZausaIl sindaco Diego Marchioro

È iniziato ufficialmente il “Diego Marchioro tris”. Il neo eletto sindaco di Torri di Quartesolo del gruppo “Torri città unita”, già due volte primo cittadino del Comune quartesolano, ha infatti prestato giuramento nei giorni scorsi durante la prima seduta del Consiglio, che ha così sancito l’insediamento della nuova amministrazione. Nonostante la tanta esperienza già accumulata con addosso la fascia tricolore, Marchioro non ha potuto nascondere un pizzico di emozione durante la lettura del suo discorso. «La legge ci dà la responsabilità di amministrare e lo faremo tenendo conto del risultato elettorale - ha esordito il sindaco -. Amministreremo con determinazione e con rispetto, con trasparenza e cercando sempre il dialogo con le altre forze presenti in questo Consiglio». Riguardo al programma proposto, Marchioro lo ha definito «impegnativo. Abbiamo presenti le esigenze della nostra comunità, ovvero sicurezza, lavoro, cultura, sport, infrastrutture». Importanti anche i rapporti con i Comuni della zona, «Vicenza in primis. Molte realizzazioni saranno possibili solo attraverso la collaborazione con le altre amministrazioni». Non sono mancati poi accenni ai futuri impianti sportivi, al volontariato, alla salute, alla cultura, alla sicurezza e ai servizi per la terza età. «Non ci chiuderemo nel palazzo - conclude il primo cittadino -. Vogliamo lavorare nell’agorà con i cittadini, assieme a tutte le realtà istituzionali e del volontariato». Dopo giorni di silenzio post elettorale, è tornato a parlare anche l’ex sindaco Ernesto Ferretto, oggi consigliere di minoranza del gruppo “Torri nel cuore”: «Continueremo a portare avanti il nostro programma - le sue parole -. Il famoso “Avanti con i fatti” non termina il 27 di maggio. Faremo effettivamente opposizione, perché mai come questa volta i due programmi sono contrapposti. I cittadini di Torri si devono rendere conto che non ci sarà la ristrutturazione della scuola materna di Marola, che non ci sarà il completamento dello stadio di Lerino, che non ci sarà il ponte di via Primo Maggio». Parole simili per Francesco Fabris, consigliere di minoranza dello stesso gruppo: «Mi auguro che non torneremo indietro di quindici anni e spero che tanti progetti iniziati dalla scorsa amministrazione, vengano portati avanti e conclusi». Telegrafico Mauro Fabbiani, consigliere di minoranza del gruppo “Rinnova Torri”: «Sarò qua a disposizione, per il bene del paese». Maurizio Schiavo sarà assessore con delega ai lavori pubblici, edilizia privata, urbanistica, servizi informatici e Ict, nonché nuovo vicesindaco. Ad Angela Pasinato andranno invece servizi sociali, salute, scuola, associazionismo e pari opportunità. Ad Alessandro Cignacco protezione civile, sicurezza e viabilità. Elisabetta Tescari avrà invece le deleghe all’ecologia e all’ambiente. Infine, a Stefano Zausa, andranno le deleghe al bilancio, finanze, cultura e politiche giovanili. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1