CHIUDI
CHIUDI

20.06.2019

Rogo, la conta dei danni «Encomio ai due vicini»

Un vigile del fuoco impegnato nell’opera di spegnimento. BILLO
Un vigile del fuoco impegnato nell’opera di spegnimento. BILLO

Spento l’incendio che nel pomeriggio di martedì ha coinvolto tre abitazioni in via Borgo a Lumignano, sono iniziate le verifiche tecniche e la conta dei danni, mentre i due vigili del fuoco finiti al pronto soccorso dopo lo scoppio di una bombola di gpl sono stati dimessi già nella tarda serata di martedì: il più grave ha dieci giorni di prognosi per contusioni. Ieri mattina c’è stato un sopralluogo dei vigili del fuoco con i tecnici comunali per la verifica dello stato delle cose. «Da parte nostra – spiega il sindaco Matteo Zennaro – abbiamo subito attivato tutte le procedure e dato disposizione agli uffici per abbreviare il più possibile i tempi burocratici necessari». «Dalla perizia effettuata - aggiunge -, non risulterebbero problemi sotto il profilo della staticità delle strutture, ma per poter firmare una ordinanza per cui si consente il ritorno delle famiglie nelle abitazioni serve la messa in sicurezza degli impianti», attesa nelle prossime ore. «Rimane comunque l’inagibilità dei garage e del porticato andato a fuoco». Anche nella giornata di ieri c’è stata una gara di solidarietà in soccorso delle tre famiglie, chi proponendo sostegno e accoglienza nella propria abitazione, chi offrendo il proprio aiuto, anche il lavoro concreto a partire dai possibili allacciamenti per nuovi impianti da realizzare. «Una vicinanza - sottolinea Zennaro - che mette in evidenza i forti legami tra i paesani che mi rende orgoglioso di essere il loro sindaco». Per questa dimostrazione di compatta unità, il sindaco annuncia per prossima settimana un di Consiglio comunale straordinario. «Con un encomio solenne - conclude - da parte dell’amministrazione vogliamo ringraziare per il loro coraggio Cristian Gasparini che ha avuto la prontezza di chiudere le condotte del gas e Maria Grazia Faggionato, che allo scoppio dell’incendio si è precipitata in mezzo al fumo per risvegliare uno dei ragazzi della famiglia Bernardelle che stava riposando a letto, mettendo poi al sicuro anche i loro cani». Una stima dei danni materiali ancora non è possibile fare, per questo ci sarà giovedì un incontro tra i proprietari e le assicurazioni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Albano Mazzaretto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1