CHIUDI
CHIUDI

24.09.2019

Carambola fra auto: tre feriti, uno grave

I soccorsi ai due feriti nell’auto finita nella scarpata. A.MAZ.
I soccorsi ai due feriti nell’auto finita nella scarpata. A.MAZ.

Pauroso incidente ieri pomeriggio verso le 17.30 a Longare in via Settimo nella zona del cavalcavia sopra l’autostrada. Tre auto coinvolte e tre i feriti. Secondo i primi accertamenti, nella curva finale del grande esse disegnato dal cavalcavia, quella che immette nel rettilineo verso Vancimuglio, una Ford Focus condotta da C.O. (note solo le iniziali) sessantenne di Teolo, verso la fine della discesa ha cominciato a sbandare, andando a colpire nel raggio del curvone una Maserati Levante, all’altezza della ruota posteriore, guidata da N.A. 43 anni, di Camisano Vicentino. Per il colpo la Maserati si è girata di 90 gradi e quindi si è bloccata sul posto, la Ford invece ha continuato la sua scorsa invadendo la corsia opposta dove stava arrivando una Seat con a bordo una coppia di origine albanese, lui A. Z di 45 anni, lei Z.S. di 43, residenti a Cervarese Santa Croce, nel Padovano. Inevitabile il frontale. Ad avere la peggio la Seat finita nel fossato a lato della strada. Il primo soccorso è stato prestato proprio da un vigile del fuoco di passaggio, libero dal servizio, che ha anche dato l’allarme. Sono quindi intervenute una squadra dei pompieri di Vicenza e due ambulanze del Suem. I Vigili del fuoco hanno dovuto lavorare con divaricatori, cesoie e martinetti idraulici per liberare la coppia rimasta intrappolata nell’auto. I due feriti erano lucidi, ma si lamentavano per vari dolori, sono stati subito stabilizzati dal personale del Suem e condotti in ospedale. Ferito anche l’uomo alla guida della Ford portato anche lui al pronto soccorso per controlli. Illeso invece l’autista della Maserati, coinvolto solo di striscio. Sul posto è intervenuta anche una squadra di agenti del servizio di polizia locale di Longare per i rilievi e disciplinare il traffico bloccando la strada tra la Sr 11 e Longare. Che quel cavalcavia sarebbe stato una continua fonte di incidenti lo si è sempre temuto ancor prima che venisse costruito. Lo denunciano anche i residenti lungo di quel tratto di strada, ricordando anche incidenti precedenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Albano Mazzaretto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1