CHIUDI
CHIUDI

12.04.2019

L’assessore sfiduciato ora corre da sindaco

L’ex assessore Flavia Zolla
L’ex assessore Flavia Zolla

Dopo un’esperienza in giunta da giugno 2014 a novembre 2017, quando il sindaco Paolo Pellizzari le revocò le deleghe, scende in campo alle prossime elezioni amministrative Flavia Zolla, 50 anni, docente di scuola secondaria di secondo grado, ora in opposizione da consigliere indipendente. Candidato sindaco della civica “Arcugnano al Centro” “che non ha alcuna connotazione politica” precisa Flavia Zolla. «È un gruppo di persone nuove e di elementi di esperienza – continua l’ex assessore – rappresentano varie categorie, anche dal punto di vista professionale, e comunque tutto il territorio». Una scelta, quella di candidarsi, che Flavia Zolla spiega così. «Mi ha spinto la positività dell’esperienza di due anni e mezzo in giunta, in cui ho avuto grandi soddisfazioni dai cittadini. E la volontà di rappresentare un modo diverso di amministrare rispetto a quello del sindaco Pellizzari, di cui non ho condiviso metodi e contenuti. Ci siamo scontrati in primis sulla materna paritaria Pasini. E ho lasciato una poltrona comoda in giunta, avrei potuto continuare a dire sì, per una scomoda di consigliere di opposizione. L’ho fatto per coerenza. E per questo ho cercato di portare un’alternativa. Per mettere fine alle tensioni create all’interno del paese dal sindaco». E le priorità sono già definite. «In primis la residenzialità ovvero mettere in atto ogni azione amministrativa possibile per trattenere sul territorio i giovani e le loro famiglie, il Comune per il 70% è in territorio collinare ma le frazioni si stanno spopolando. Si potrebbe favorire la realizzazione di abitazioni vincolate, ponendo per esempio un minimo di 10 anni di residenza, per garantire il mantenimento della popolazione. E poi ridurre i vincoli legati ai contesti figurativi del territorio. Penso anche alla viabilità, a percorsi protetti come le piste ciclabili. Favorire la residenzialità inoltre significa intervenire a livello sociale per le famiglie e gli anziani, garantendo i servizi nelle frazioni, dando avvio anche ad iniziative di approfondimento storico, artistico, culturale e naturalistico. La famiglia mi sta particolarmente a cuore». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1