CHIUDI
CHIUDI

18.07.2019

Impianti sportivi Finanziate opere per 600 mila euro

Gli spogliatoi del campo da calcio a Grisignano. MARINI
Gli spogliatoi del campo da calcio a Grisignano. MARINI

Duecento mila euro per la ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio di Grisignano di Zocco. È questa la cifra che verrà stanziata al Comune grisignanese, assegnatario del bando “Sport e periferie”, finanziato dall’ufficio dello sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un bel colpo per la nuova amministrazione da poco insediata, che destinerà il denaro alla struttura sportiva di via degli Alpini. «La precedente amministrazione comunale ha partecipato al bando l’anno scorso - spiega Stefano Lain, sindaco di Grisignano -. Era già pronto infatti un progetto per la ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio». Un impianto, che comincia ad avere i suoi anni. «Lo stadio è stato costruito nel 1978, da allora sono stati fatti solo interventi ordinari e verso il 2004 un importante intervento sotto le tribune. Con i duecentomila euro verrà finanziato il 70 per cento del lavoro - continua Lain -, il resto lo metteremo noi con avanzo di amministrazione. Il progetto non prevede però solo una ristrutturazione. I due spogliatoi sono molto grandi e vogliamo ripensare gli spazi, creandone così altri due. Il campo infatti è molto utilizzato, essendo in erba sintetica e non in erba normale, per questo vogliamo adeguare la struttura e renderla più fruibile alle squadre che la utilizzeranno». Ancora da definire le tempistiche dei lavori. «Dobbiamo ancora parlare con la Polisportiva che gestisce l’impianto. Programmeremo i lavori in modo da creare meno disagio possibile agli atleti che usufruiscono dello stadio. Probabilmente inizieremo l’estate prossima, quando l’impianto è meno utilizzato». Nel frattempo, i lavori pubblici non si fermano a Grisignano, dove i cantieri continuano anche durante il periodo estivo. Su tutti, quello che in questi giorni sta interessando il palazzetto dello sport per la riqualificazione energetica della struttura. «Si tratta di una lavoro importante, del costo di 340 mila euro interamente finanziati dal Comune - conclude il primo cittadino -, che prevede il cappotto al palazzetto, la sostituzione degli infissi e il rifacimento degli impianti. Il tutto, all’insegna del risparmio energetico». Un’opera, che permetterà al Comune di beneficiare di un ritorno pari al cinquanta per cento dell’investimento, attraverso il contributo del Gse, senza dimenticare il risparmio della spesa nelle bollette dell’energia. Altri lavori relativi alla riqualificazione energetica, nel grisignanese, sono in corso nelle scuole elementari (per un costo di 200 mila euro), nella palazzina dell’ufficio tecnico (150 mila euro) ed infine nel polo sanitario della frazione di Barbano (altri 200 mila euro), per un totale di quasi 900 mila euro, investiti dal Comune nella riqualificazione energetica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1