CHIUDI
CHIUDI

15.04.2020 Tags: Longare , Montegalda , Lumignano , bisi , caprioli

I caprioli si
mangiano i "bisi"
di Lumignano

E a Montegalda i caprioli "passeggiano" in centro
E a Montegalda i caprioli "passeggiano" in centro

Con l’arrivo della primavera sono spuntati e stanno rapidamente crescendo i germogli delle piante dei piselli, coltura agricola per cui è celebre il borgo di Lumignano fin dai tempi dei dogi veneziani. Tra i primi ad accorgersi di questa primizia pare siano i caprioli che popolano le colline intorno al paese, e non solo. Il chi va là è stato lanciato già da qualche settimana dal coltivatore Giuseppe Maruzzo. «Una mattina ne ho contati una quindicina dentro il campo dei piselli poco lontano da casa - dice -. Un tempo stanziavano in collina e scendevano con rapide incursioni solo di notte, ora sono tanti, troppi, entrano nei campi  dove brucano rasoterra i germogli compromettendone definitivamente la crescita». 

 

E se a Longare gli ungulati fanno razzia di "bisi", a Montegalda passeggiano tranquillamente per le vie del centro. La domenica di Pasqua ne sono stati visti due in piazza. Un fatto insolito che ha sorpreso più di qualcuno, ma che va spiegato anche con la scarsa presenza di persone a causa dell'emergenza coronavirus. 

Albano Mazzaretto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1