CHIUDI
CHIUDI

28.02.2019

Nuovi spazi per lo sport: «Basta fughe»

La nuova struttura sportiva polifunzionale voluta dal Comune appena inaugurata. MARINI
La nuova struttura sportiva polifunzionale voluta dal Comune appena inaugurata. MARINI

«Noi crediamo nello sport». Lo ha ripetuto più volte Renzo Lotto, sindaco di Grisignano di Zocco, durante l’inaugurazione della nuova piattaforma sportiva polifunzionale coperta, da poco installata nel Comune a pochi passi dal campo da calcio e dagli edifici scolastici di via Pavese. La serata ha visto la massiccia partecipazione di autorità locali, provinciali e regionali, di sindaci dei paesi limitrofi, di cittadini e anche di due atlete di fama nazionale. In un’aula magna gremita in ogni ordine di posto, Lotto ha ripercorso tutto l’iter che ha portato alla costruzione della tanto attesa struttura, costata 422 mila euro, di cui 22 mila di contributo regionale. «Ci sono varie priorità per le Amministrazioni comunali - ha esordito il primo cittadino -, qualcuno chiede perché non abbiamo utilizzato quei soldi in maniera diversa, per riempire qualche buca sulle strade o per fare qualche altra opera. Nel nostro territorio però le società sportive fioriscono e il nostro palazzetto, per quanto bello, è limitato negli spazi. Fino a ieri eravamo dunque costretti a mandare alcuni nostri atleti nelle strutture dei comuni limitrofi». Di qui l’impegno per la realizzazione di una struttura sportiva alternativa, i cui lavori sono iniziati ad agosto dello scorso anno. «Perché abbiamo deciso di investire in quest’opera? Perché noi crediamo nello sport. Lo sport è una scuola di vita ricca di valori - ha continuato Lotto, rivolto soprattutto ai piccoli atleti di Grisignano presenti all’inaugurazione -. Siamo felici che i nostri ragazzi possano allenarsi all’interno di spazi adeguati». Durante la serata, presentata dal giornalista Francesco Guiotto, dopo il saluto di Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale, sono intervenute Valentina Tirozzi e Eleonora Fersino, entrambe giocatrici dell’Imoco Volley Conegliano, squadra di pallavolo che milita nel campionato femminile di serie A1, vincitrice del campionato nella stagione 2017 - 2018. «Faccio i complimenti al Comune per questa bella struttura - ha esordito Tirozzi, schiacciatrice 33 anni dall’importante palmares sportivo, che non ha mancato di dare qualche prezioso consiglio ai giovani atleti presenti in sala -. Per arrivare a giocare a certi livelli ci vuole anche un pizzico di fortuna, ma non devono mai mancare impegno e dedizione, anche perché il percorso è fatto di alti e bassi. Poi deve sempre esserci la voglia di migliorare e il divertimento». Più giovane, fresca di esordio in serie A, la 19enne Fersino. «Avere un così bell’impianto sportivo dove allenarsi è una fortuna - le sue parole -. Anch’io sono stata fortunata perché mi sono allenata a cinque minuti da casa in una bella palestra. Ai giovani posso solo dire di andare ad allenarsi con il sorriso e di inseguire i propri sogni». L’inaugurazione si è conclusa all’interno della piattaforma coperta, con la benedizione e il classico taglio del nastro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Marini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1