CHIUDI
CHIUDI

15.02.2017 Tags: Costabissara

Escono a fare la spesa
I ladri svuotano la casa

Ladri in azione sabato sera in via Lago di Como. MAGNARELLO
Ladri in azione sabato sera in via Lago di Como. MAGNARELLO

Ladri scatenati sabato sera in zona Fornaci a Costabissara, a farne le spese un’anziana di 75 anni. Alcuni malviventi tra le 18 e le 19 sono riusciti ad intrufolarsi in una delle villette di via Lago di Como e a portare via oro e gioielli per alcune migliaia di euro. I ladri hanno messo in atto un vero e proprio blitz aiutati anche dal fatto che in quel momento in casa non c’era nessuno. Le proprietarie, Paola Sottoriva e Angelina Pianalto, infatti, erano uscite per fare spese. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i malviventi sono riusciti a intrufolarsi nella camera da letto dell’anziana che abita al piano terra forzando la finestra. Una volta dentro hanno rovistato armadi e cassetti rubando oro e i gioielli per un valore di circa tre mila euro. Non contenti si sono arrampicati sulla grondaia e sono saliti sul terrazzo dell’appartamento al piano superiore dove abita la figlia della donna. Dal poggiolo sono riusciti ad entrare forzando la finestra della zona giorno. A quel punto hanno iniziato a rovistare in giro, senza trovare oggetti di valore. «Avendo in programma un viaggio - racconta Paola Sottoriva, figlia dell’anziana -, avevo circa trecento dollari sopra il mio letto insieme ai vestiti e a tutto il resto, non li hanno nemmeno toccati, cercavano solo oro e gioielli». Ad accorgersi del furto l’anziana che verso le 23 è entrata in camera da letto e ha dato l’allarme. «Era tutto sottosopra, sia la camera di mia madre che la mia. Non che la cosa mi abbia più di tanto meravigliata, perché è già la terza volta che vengono - spiega Paola Sottoriva -. Sono sicura che è stata un’azione studiata, perché hanno aspettato che uscissimo. Quello che mi fa pensare però, è che la casa è proprio fronte strada e tutta illuminata e non si sono fatti scrupoli anche se erano le sette della sera. Nel tentativo di forzare la serratura, il vetro non ha retto il colpo ed è esploso, quindi, deve aver fatto anche un bel botto. Non voglio però assolutamente vivere nella rabbia o nella paura, perché purtroppo queste sono cose che non si possono prevenire». I carabinieri di Sandrigo hanno dato il via alle indagini per cercare di individuare gli autori del furto.

Valentina Magnarello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1