CHIUDI
CHIUDI

01.04.2019

Confiscati
94 mila euro
a un orafo

Sequestro della guardia di Finanza
Sequestro della guardia di Finanza

DUEVILLE. La guardia di Finanza di Vicenza ha posto sotto sequestro preventivo beni per 94 mila euro ad un imprenditore orafo berico per «dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti».
All’uomo, 69 anni, amministratore di una società di capitali di Dueville ora in liquidazione ed operante nel settore della fabbricazione di oggetti di gioielleria e oreficeria, i militari delle fiamme gialle hanno confiscato risorse finanziarie depositate su un conto corrente per quasi 8.000, quote sociali di partecipazione azionaria per 33.000 euro ed una quota di una proprietà immobiliare per 52.000 euro. I finanzieri hanno accertato che l’imprenditore, nella dichiarazione del 2011, aveva registrato 14 fatture per operazioni inesistenti apparentemente emesse da 7 società le quali non avevano, di fatto, mai intrattenuto con lui rapporti commerciali. Così l’indagato aveva potuto dedurre costi per 225.000 euro, con un’evasione di 45.000 euro e altri 49.000 euro di Iva.
 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1